valravn imperial black ipa thornbridge

Valravn Imperial Black IPA Thornbridge

Valravn è la versione steroizzata della Wild Raven (Black IPA) della Thornbridge Brewery. Una bomba. Di muscoli e di gusto.

Valravn è la versione steroizzata della Wild Raven (Black IPA) di casa Thornbridge Brewery. Questa potenza della natura è prodotta con luppoli di tutto il mondo: Nelson Sauvin (Nuova Zelanda), Centennial (USA), Sorachi Ace (Giappone) ed Ella (Australia). Sul fronte cereali c’è invece una piccola addizione di frumento.

Bottiglia da 33 cl, 8.8% abv, lotto con scadenza 02/11/2017.

Schiuma

Alta due dita, persistente e aderente; trama fine e compatta, colore nocciola e aspetto cremoso.

Colore

Ebano con sfumature rubino; aspetto appena velato.

Aroma

Il trailer è suggestivo e anticipa molto del contenuto di questa opera da cardiopalma. Ma è ancora troppo presto: nonostante i muscoli Valravn soffre il freddo abbisogna di tempo per riscaldarsi. L’attesa vale la pena. La nota di testa richiama l’immagine del bosco (resina). Il viaggio sensoriale prosegue sul binario verde (balsamico, menta piperita, amaro alle erbe) ma contemporaneamente inizia ad affacciarsi sul fronte nero (liquirizia, biscotto al cacao, cioccolato ubriaco). Il cuore vira invece verso la frutta rossa (ribes nero, mirtilli, ciliegie).  Riscaldandosi i toni verdi desaturano, lasciando la emergere le note scure di cioccolato fondente, uvetta, liquore al cioccolato. Si ammorbidisce nuovamente in chiusura, passando dal nero della radice di liquirizia al verde del sottobosco umido. Evolutiva.

Gusto

In bocca ci si aspetterebbe un macigno e invece la consistenza tattile rasenta l’acquosità. Valravn sembra una birra estremamente leggera. In realtà è tutto fuoco sotto cenere: basta un assaggio affinché si inneschi un fuoco in fondo alla gola. E’ un falò bello scoppiettante, che richiama l’idea del Whisky e a tratti assume quelle del peperoncino. In bocca c’è un concerto. Lo esegue un’orchestra nutrita, che alterna componenti verdi e nere in continuazione, alcune delle quali arrivano persino a fondersi. Da una parte cioccolato fondente, carruba, fondo di caffè, fave di cacao; dall’altra amaro alle erbe, radice e mentine di liquirizia. Il tutto unito dal caldo abbraccio di un liquore al cioccolato, con spunto di uva sultatina e brownie. Carbonazione quasi assente, corpo medio e mouthfeel morbido. Retrolfatto di Whisky, retrogusto dal bel tepore di ciliegia sciroppata (Sherry). Caldissima.

Gradazione alcolemica importante e cofanate di luppoli provenienti da ogni parte del mondo. Con Valravn c’è poco da scherzare: se la prendi sotto gamba rischia di farti tornare a casa in ginocchio.

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.7

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

calix-niger-birrificio-dei-castelli-chocolate-stout

Calix Niger Chocolate Stout Birrificio dei Castelli

Calix Niger del Birrificio dei Castelli è una birra di colore scuro, suadente come il ...