Spaghetti cacio e pepe, semplicemente deliziosi

Spaghetti cacio&pepe

Uno dei primi piatti re della cucina romana, gli spaghetti cacio e pepe sono un vero e proprio must per chi si trova nella città capitolina. E poco importa che sia un piatto estremamente salato, per una volta bisogna osare, e lasciare che le papille gustative facciano festa! Ovviamente, si consiglia di premunirsi di tanta, tanta acqua. é un piatto estremamente semplice, da preparare perlomeno, il cui successo risiede negli ingredienti utilizzati, che dovranno essere di prima qualità, e nei piccoli ma significativi accorgimenti del cuoco. Prendete carta e penna, orsù!

Ingredienti

spaghetti alla chitarra (ho utilizzato i Garofalo)
100/150 gr pecorino romano
formaggio grattugiato all’occorrenza
pepe nero

Preparazione

Seguire i tempi di cottura riportati sulla confezione di spaghetti, preferendo scolandoli circa 1 minuto prima. Si raccomanda di non salare troppo l’acqua della pasta, in quanto il piatto risulterà già sapido di per sè. Quando si scolano, si raccomanda di lasciare da parte l’acqua di cottura.
In una scodella, versare gli spaghetti, aggiungere il pecorino e circa un mestolo d’acqua di cottura, mantecare, ed ultimare la mantecatura in pentola a fiamma viva.
A questo punto bisogna avere l’unico (necessario) accorgimento per la buona riuscita di questo piatto, allo scopo di ottenere la giusta cremosità del cacio. Bisogna trovare la combinazione ideale tra formaggio e acqua di cottura, evitando che la crema sia troppo densa (aggiungere acqua) o, al contrario, troppo liquida (aggiungere formaggio). Ovviamente non esiste un quantitativo preciso, il tutto stà al gusto personale.
Impiattare in un piatto caldo e spruzzare di pepe a volontà e, se lo gradite, con altro formaggio grattugiato.

Possibili varianti

Se il pecorino dovesse risultare troppo forte, si può attenuare utilizzando in tutto o parte del formaggio grattugiato.

Abbinamenti birrari consigliati

Suggerisco una birra fresca, che possa attenuare la sapidità del piatto, e che si abbini bene al cacio, formaggio che in questo piatto spadroneggia. Che ne dite del contrasto fornito dal frumento e dalla speziatura di una bière blanche? Proverei anche una Belgian Ale, il cui malto ammorbidirebbe il pasto e fornirebbe il giusto equilibrio rinfrescante.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

risotto-gamberetti-pesto-di-pistacchi-ricetta-abbinamento

Risotto gamberetti e pistacchi: ricetta e abbinamento

Il risotto gamberetti e pesto di pistacchi ammicca alle grandi cucine ma si realizza facilmente ...