rogue-dead-guy-ale

Rogue Dead Guy Ale Helles Bock

Dead Guy Ale è una birra in stile Helles Bock nata per celebrare il “giorno dei morti”.

Dead Guy Ale, ovvero la birra del “ragazzo morto”. Esiste un giorno dell’anno in cui i morti tornano in vita. Per commemorare quel giorno il birrificio americano Rogue ha dato vita a questa birra, una Helles Bock – anche chiamata Maibock. In origine è stata prodotta per un locale di Portland per festeggiare il “giorno della morte”. La grafica, che richiama il Dia de Los Muertos, è stata realizzata da un gruppo di fan della rock band Grateful Dead. Il successo è stato clamoroso, sia per promozione che per contenuto. E così da quel giorno la birra non-morta è tornata definitivamente in vita, entrando in produzione costante.

E’ dal 2016 che questa birra fa incetta di premi, con il più importante riconoscimento ottenuto nel 2017 quando è stata decretata migliore birra statunitense dell’anno.

Prodotta con lievito autoctono chiamato Pacman, malti 2-Row, C15, Munich, malti autoctoni Dare e Risk; luppoli Perle e Sterling.

Lattina da 33 cl, 6.8% ABV.

rogue-dead-guy-ale-recensione

Aspetto

Colore ambrato con riflessi arancio, aspetto limpido. Cappello di schiuma cremosa, nell’aspetto e nel colore, compatta e persistente a grana fine.

Aroma

Delizioso inizio olfattivo, con i malti che si insinuano nelle cavità nasali in maniera suadente, provocante. La nota di testa lascia emergere voluttuosità cerearicole, dal pane (sia mollica che crosta) alla brioche, dal frollino al biscotto, passando attraverso i prodotti da forno. La fragranza del croissant, la dolcezza del miele di gelsomino e il finale del caramello chiudono il cerchio e fanno salire la glicemia alle stelle. In sottofondo nel frattempo si sviluppano leggere presenze speziate (pepe), erbacee e floreali (fiori di campo, gelsomino).

Gusto

Corpo medio/pieno, carbonazione medio/bassa e sensazione tattile cremosa, morbida e avvolgente. L’abbondante tendenza dolce di questa Dead Guy Ale è perfettamente bilanciata dalle tostature e dalle reminiscenze speziate ed erbacee del luppolo. Il finale è quasi biscottato, con un singulto di panpepato e zucchero caramellato. Il caramello si unisce all’alcol, lasciando immaginare un amaro agli agrumi, chinotto nella fattispecie. Finale apparentemente dolce ma privo di residui zuccherini, ben attenuato e bilanciato dai malti speciali/tostati e luppoli.

Dead Guy Ale: conclusioni.

Dead Guy Ale è quella lattina che mi piacerebbe sempre avere in frigo. Rispetto allo stile risulta eccessivamente caramellata, a scapito dei malti chiari. Manca certamente la  fragranza dei migliori esemplari tedeschi, capolavoro di decozione. Però fragranza e grande espressività aromatica bastano per far viaggiare con la fantasia in Germania. Una birra che lascia tutti contenti, vivi e morti.

Hai assaggiato anche tu la Dead Guy Ale? Quali altre birre conosci del birrificio Rogue?

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.8
Sending
User Review
0 (0 votes)
x

Check Also

birra-rogue-marionberry-sour

Birra Rogue Marionberry Sour Ale

Marionberry Sour Ale utilizza l’omonima varietà di more americane coltivate da Birra Rogue. Dall’Italia voliamo ...