rodenbach-grand-cru-flemish-red-ale

Rodenbach Grand Cru Flemish Red Ale

Rodenbach Grand Cru, una birra storica per uno storico  birrificio belga. Lo stile è quello delle Flemish Red Ale, originarie dell’ovest Fiandre.

Rodenbach Grand Cru è un nome importante nel mondo birrario, che impone rispetto. E’ il nome di una famiglia di origine tedesca che nel 1820 acquista il birrificio St. George di Roeselare, in Belgio, detenendone la prorietà sino al 1998, quando cede alla Palm Brewery. A quanto pare, non senza modifiche alle ricette originarie.

E’ rimasta dalle origini, invece, la tradizione che vede le birre maturare in grandi botti di legno. La cantina in cui tali botti si trovano è talmente spettacolare da essere stata dichiarata monumento d’archeologia industriale dalla comunità fiamminga di Roeselare.

La Rodenbach Grand Cru è un blend (incrocio) che prevede 1/3 di birra “giovane” e 2/3 di birra “matura” invecchiata in botti di quercia. Il risultato è una birra stile Flanders (o Flemish) Red Ale. Può fregiarsi dei titoli “the most refreshing beer in the world” e “the most food-friendly beer in the world“, perfino”il Borgogna del Belgio“, il cui padre è nientemeno che il maestro delle degustazioni birrarie Michael Jackson.
Bottiglia da 33 cl, 6% abv.

Colore

Colore rosso profondo, quasi bruno, con riflessi rubino. Corpo opaco, impenetrabile, fermentazione interna lenta e sporadica.

Schiuma

Cappello di schiuma di media altezza appena versata nel bicchiere. Scarsa persistenza, si assottiglia rapidamente scomparendo quasi del tutto. Discreta l’aderenza.

Aroma

Impatto olfattivo molto particolare, ricco e complesso, elegante e suadente. L’inizio è netto predominio di sensazioni liquorose, non particolarmente accentuate ma evidenti (cherry, porto), con la sensazione di un successivo affinamento in botte (legno, leggero affumicato), arricchito da una sensazione fresca e acidula (acetico, aceto di mele probabilmente), che manda immediatamente in salivazione le papille gustative. Si fà difficoltà a resistere alla voglia di portare immediatamente il bicchiere alle labbra. Nel finale emergono sensazioni di frutta sotto spirito (amarene e ciliegie sciroppate, fragoline di bosco) e prugna disidratata, ma non mancano tracce di frutta fresca (pesca a pasta bianca, nocciolo di pesca), perfine pane nero. La frutta secca (mandorla) emerge invece man mano che viene lasciata riposare.

Gusto

Imbocco tendenzialmente leggero, frizzantino e minerale, seguito da passaggio breve e da ingoio per buona parte watery, perlomeno fino a metà corsa, dove il bouquet gustativo si apre in tutta la sua straordinaria complessità. Bassa, quasi nulla la carbonazione, buona persistenza amarostica, per intensità ma soprattutto durata, rinfrescante e leggermente astringente. Il gusto segue essenzialmente il percorso iniziato all’aroma, ricco di note legnose (botte, umidità), mela, frutta sotto spirito (ciliegia e amarena, prugna disidratata). Chiude con un retrogusto discreto, “caldo” quanto basta, tendente al liquoroso.

Rodenbach Grand Cru: conclusioni.

La Rodenbach Grand Cru è capace di evolvere durante la bevuta, stupendo sorso dopo sorso. Unisce beverinità della birra, eleganza del vino e complessità del liquore, in un equilibrio perfetto. L’acidità che la contraddistingue le conferisce enormi potenzialità di abbinamento. Ma anche in purezza è uno spettacolo.

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.8
Sending
User Review
5 (1 vote)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

calix-niger-birrificio-dei-castelli-chocolate-stout

Calix Niger Chocolate Stout Birrificio dei Castelli

Calix Niger del Birrificio dei Castelli è una birra di colore scuro, suadente come il ...