spaghetti-alla-ruota-birramoriamoci

Pensi piccante, mangi Spaghetti alla Ruota. Ovvio!

Calabria, terra dei piatti ricchi e sostanziosi, famosi in particolare per il “prezzemolo rosso”, che si ritrova pressoché ovunque: il peperoncino. Ebbene, questa piccante spezia è l’ingrediente principale degli Spaghetti alla Ruota, rossi come la passione, piccanti ma non troppo.

spaghetti-alla-ruota

Una ricetta particolare e sconosciuta ai più, quella degli spaghetti alla ruota. Il nome deriva dal ristorante dal quale mia madre, sotterfugi parlando, ha “trafugato” la ricetta. L’amore e la gelosia che un cuoco ha nei confronti dei propri piatti è leggenda, per cui vi lascio solo immaginare la fatica fatta per riuscire a farsi confidare questo piccolo segreto culinario. Il suo successo? E’ merito di sua maestà, il peperoncino calabrese!

Ingredienti

(x5 persone)
600 gr spaghetti
1 forma e 1/2 di provolon piccante (300 gr c.ca)
provola (2 fette)
concentrato di pomodoro (1 lattina)
peperoncino all’olio (1 cucchiaino e 1/2)
aglio, olio e.v., parmigiano grattugiato

Preparazione

In una pentola capiente versare un cucchiaio d’olio e l’aglio schiacciato, privato dell’anima verde, lasciando soffriggere sino a doratura. Aggiungere il peperoncino all’olio, amalgamare, quindi vuotare il contenuto della lattina di pomodoro concentrato. Allungare con acqua sino ad ottenere una salsa abbastanza morbida. Lasciare cucinare a fiamma bassa, girando il sugo con un mestolo ogni tanto, per 10 minuti. Raccomandatissimo l’utilizzo di un coperchio, che vi salverà prontamente il vestiario da pazzi schizzi di sugo in ogni dove. Aggiungere il provolone e la provola tagliati a cubetti, quindi via con una bella spruzzata di parmigiano grattugiato. Cuocere per ulteriori 10 minuti circa, questa volta rigirando con maggiore vigore. Salare se necessario e spengere il fuoco. Scolare gli spaghetti (rigorosamente al dente!) e versare direttamente in pentola, dove finiremo di mantecare a fiamma vivace. Ahmmm!

Abbinamenti birra

Per gli spaghetti alla ruota è da evitare l’abbinamento per concordanza e quello con birre dal profilo comunque speziato: il rischio è quello che possano prendersi a botte tra di loro! Meglio puntare su un abbinamento per contrapposizione, facendo però attenzione all’intensità del piatto, comunque sostenuta. Ci vuole una birra dal buon corpo, dunque, magari dal profilo dolce e in qualche modo rinfrescante, che attenui in parte la succulenza ma soprattutto il sapore piccante del peperoncino e del provolone. Ecco un “estintore” naturale che potrebbe fare al caso nostro!

x

Check Also

porter-vs-stout-sfida-birramoriamoci

Porter VS Stout: sfida all’ultimo morso

Porter VS Stout e un obiettivo: determinare quale delle due birre sta meglio in abbinamento ...