pasta-e-patate-con-provola-birrone-punto-g

Pasta e patate con provola: ricetta e abbinamento

Pasta e patate con provola nasconde nel cuore filante il segreto della sua commovente bontà.

Chi ha mai assaggiato la pasta e patate con provola sa di cosa sto parlando. Chi invece non la conosce avrà un’illuminazione: astenersi deboli di cuore. Già, perché la ricetta di oggi crea copiosa salivazione indotta già in fase di preparazione. E quando, rimestando il sugo ricco, la pasta incontra la patata e lasciva si lascia penetrare, si assiste a un vero atto d’amore tra amidi, con tanto di suoni ambigui. Bontà divina!

La pasta e patate con provola ha umili origini e provenienza campana, rappresenta il diffuso intercalare nel ricco panorama gastronomico. Questa è la mia versione, a sua volta sottratta a mia madre, pertanto non si offendano i puristi.

Ingredienti per 2 persone

  • 200 gr di pasta corta (consiglio le mezze maniche)
  • 600 gr di patate gialle
  • 100 gr di provola (in alternativa scamorza)
  • 1 cipolla, preferibilmente rossa
  • 1 cucchiaio di concentrato di pomodoro
  • spezie (sale e pepe nero) e olio evo q.b.
  • extra: crosta di formaggio

Preparazione

Si comincia sbucciando le patate e tagliandole a cubetti piccoli piccoli. Minore è la dimensione, più rapidi saranno i tempi di cottura. Quindi mondare e tritare la cipolla. Tuffare patate e cipolla in pentola con acqua leggermente salata e sufficiente a ricoprirle, meglio un dito più alta. Aggiungere anche l’ingrediente segreto: la crosta di formaggio. Perché la nostra fame è più dura di qualsiasi scorza di parmigiano!

Accendere il fuoco a fiamma viva, portare l’acqua a bollore e abbassare la fiamma. Lasciare cuocere per tempo indefinito a pentola coperta. Il lasso di tempo necessario per fare ammorbidire le patate, che dovranno liquefarsi (o quasi).

Aggiungere il concentrato di pomodoro. Lo scopo non è colorare bensì “sporcare” e dare colore al sugo altrimenti anemico. E la provola, tagliata a piccoli cubetti. Non hai provola? Qualsiasi formaggio filante assolve lo scopo. Una scamorza per esempio. Evitare invece la mozzarella, che potrebbe portare acqua.

Continuare a cucinare, aggiustando con le spezie se necessario – mia madre aggiunge anche qualche ciuffetto di prezzemolo. Fino a quando? Saranno le patate a dirlo: sono pronte quando si fanno schiacciare dalla semplice imposizione del mestolo.

Separatamente cucinare la pasta, non più che al dente. Scolarla e versarla nella padella insieme al sugo – ecco perché è consigliabile una pentola grande. Rimestare tutto e godere dello spettacolo a luci rosse mentre pasta e sugo fanno l’amore. Non farti però distrarre, ché il momento è catartico: il sugo deve essere cremoso ma non asciutto – a casa mia si dice “lento”. E neppure tristemente annacquato.

Pasta e patate: abbinamento consigliato

Lo so che rischio di suonare come un disco rotto ma lo trovo necessario: Ripeti con me: dove ci sono amidi ci vuole la sacra tecnica della decozione. Occorre quindi circoscrivere il ventaglio degli stili birrari da abbinare a due nazioni: Germania e Repubblica Ceca, entrambe luogo natio delle Lager. Ho scelto la Germania, patria delle Bock. E Punto G sia.

Il Birrificio Birrone è una certezza quando si tratta di basse fermentazioni e la Punto G Dunkles Bock, è perfetta per la paste e patate con provola. Amidi su amidi, abbinamento collaudato e soddisfazione assicurata. Morbide carezze maltate per abbracciare cremosità, cenni tostati per creare piacevolezza, alcol e bollicine per bilanciare la sapidità del formaggio e asciugare la copiosa salivazione indotta. E’ un abbinamento collaudato, è vero, ma non per questo non rimane sempre un piacere sublime.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

hummus-di-ceci-ricetta-abbinamento

Hummus di Ceci: ricetta e abbinamento

L’Hummus di ceci è una crema spalmabile dal sapore deciso a base di ceci e ...