birrificio-torrechiara-panil-barriquee-sour-birramoriamoci

Panil Barriquee Sour Ale

Panil Barriquee Sour del Birrificio Panil (Torrechiara) mi regala un viaggio nel mondo delle selvagge birre acide. Uno dei miei primi assaggi in stile.

Panil Barriquee Sour, come suggerisce il nome, è una birra acida. E’ un nuovo appuntamento col Birrificio Torrechiara, del quale ho precentemente bevuto la Panil Ambre e la sublime Panil Divina. Di questa bottiglia esistevano inizialmente due versioni diverse: la prima, destinata esclusivamente al mercato americano, e la seconda – di più leggera  gradazione alcolica – a quello europeo. Oggi esiste solo questa versione, ma si dice che i beer hunters più accaniti facciano a botte per reperire le poche bottiglie rimaste della versione a stelle e strisce. Prima classificata per ben tre anni di seguito a Birra dell’anno (2006, 2007 e 2008) nella categoria “Birre acide”, premiata perfino da RateBeer (dove detiene il massimo dei voti). E’ prodotta tramite tripla fermentazione (maturatore, botte, infine bottiglia), ma la sua complessità è essenzialmente merito dell’affinamento in botti di rovere, dove viene inoculata di brettanomiceti. Il mix di malti unisce Belgio, Germania e Inghilterra, mentre i luppoli utilizzati sono Perle ed EK Goldings. Vediamo un po’ cosa ha da raccontarci, questa simpatica signorinella!
Bottiglia da 75 cl, 8% abv.

Colore

Bellissimo il colore, rosso rubino profondo tendente al bruno, con venature rosso lucente. Aspetto opalescente, frizzantezza accentuata. Evidenti tracce di numerosi corpi in sospensione.

Schiuma

Chapeau di schiuma piuttosto timido, come si addice a una birra dal tenore alcolico sostenuto. Di media altezza appena versata nel bicchiere, rapidamente si assottiglia diventando superficiale, fino a scomparire quasi del tutto – persistente solo lungo i bordi del bicchiere. Scarsa aderenza, trama fine e compatta, colore beige.

Aroma

Il primo impatto al naso è sorprendente, ricco e intrigante nelle sue innumerevoli sfaccettature. La nota acetica è evidente ma non invadente – lascia ampio spazio alla componente maltata, più dimessa. Evidente il passaggio in botte che le conferisce un profilo legnoso, leggermente umido, stantio, tipico della cantina, quasi ammuffito – mi ha ricordato il gorgonzola. Non mancano altri descrittori – diciamo così – “particolari”: sudore e sella di cavallo. Per fortuna non mancano all’aroma più confortanti sentori di uva e mela verde, fichi, noci, datteri, uva passa. Prima del commiato un leggero richiamo etilico, quello del vino andato a male, quasi acetico. Il malto, nettamente più defilato, richiama la cara vecchia torba: affumicato, liquoroso, tracce di biscotto e toffee.

Gusto

Birra difficile e non certamente adatta a tutti i palati, pur con una carica acetica non prevaricante. L’ingresso in bocca regala un mouthfeel leggero, watery, minerale, dal quale traspare una vivace frizzantezza. Il seguito è liscio e scorrevole. Solo nel finale questa birra inizia a far vedere i muscoli. L’impressione è quella di avere metà bocca piena di vino andato a male, mentre nell’altra metà si “mastica” una mela verde. Recensire questa birra è come per un bambino andare sulle giostre: divertimento assicurato! Descrittori a cofanate, da vera e propria raccolta antologica: uva spina, nocciolo di pesca, mela, fichi secchi, mandorla amara. L’aceto richiama vagamente i sottoli e le cipolline, mentre il retrogusto è più comfortable, con note di biscotto, prugna disidratata, frutta sotto spirito (mirtilli e frutti di bosco) e un leggero warming liquoroso. Insomma, gioco di equilibri tra note acide e “riscaldanti”. Carbonatazione leggera, corpo medio. La chiusura è ripulente, aspra e astringente, con un retrogusto dal “caldo” sapore etilico.

La Panil Barriquee è in assoluto uno dei miei primi assaggi di birra acida. Non posso dunque esprimermi molto sullo stile, né posso fare paragoni significativi. Ma una cosa lasciamela dire: freschezza acida e alcol nascosto sono una combinazione devastante. Fai attenzione: questa birra ha una beverinità mostruosa!

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
4
Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

calix-niger-birrificio-dei-castelli-chocolate-stout

Calix Niger Chocolate Stout Birrificio dei Castelli

Calix Niger del Birrificio dei Castelli è una birra di colore scuro, suadente come il ...