the pack horse leeds pub crawl

Pack Horse: il cavallo, lo stile inglese e la festa in giardino

Al The Pack Horse non valgono distinzioni di ceto sociale. Qui una sola cosa è importante: la birra.

L’aspetto esteriore del The Pack Horse è quello del classico pub inglese. Poi entri all’interno e ne sei rincuorato: il locale è ancora più inglese di quanto potesse sembrare. Tutto questo in soldoni significa arredamento vecchio stile, colori caldi e sbiaditi, tanto legno, finti camini e sedute in tessuto. Il bancone a forma di “L” si sviluppa in due sale. Tralascio di proposito la discutibile selezione di birre commerciali alla spina. All’ingresso si viene accolti da un lungo corridoio lungo il quale si sviluppa il bancone e la sua linea di birre, mentre nel frattempo lungo i lati vanno aprendosi molteplici piccole stanze. Pavimento stile appartamento degli anni ’60. Ma la cosa più bella di tutte è il beer garden: ampio, luminoso e vivace, praticamente angolo a sé rispetto all’intero The Pack Horse.

La mia attenzione viene calamitata dalle handpump, presenti nel numero di 5.

Sono fortunato: al momento della mia visita il The Pack Horse sta ospitando la festa del Leeds Snowriders club ed è zeppo di studenti di giovane età. L’atmosfera è quella di un beer festival. Peccato manchi proprio la birra. Non manca invece la musica, che spazia dalla pop al rock alla progressive.  Il The Pack Horse offre anche piatti caldi, serviti sia a pranzo che a partire dal tardo pomeriggio. Niente di trascendentale, sia chiaro: burgers, fritti vari ed eventuali, pollo, fish&chips, pie. E siccome è Domenica non manca il celeberrimo Sunday Roast.

The Brickyard, Burley Street Brewhouse, Bitter, 3.7% abv.

Schiuma sottile e persistente, cremosa. Limpida, di colore ambrato con riflessi ramati. Il naso è stupendo, soprattutto alla luce della bassissima gradazione alcolica. E’ come entrare in un forno in piena attività. E’ pane, fragrante, ma anche biscotto, cereali, miele di arancio, camomilla, con cuore di frutta secca (noci). La prima sorsata è un colpo al cuore. Questa birra celebra il less is more tipico delle birre inglesi. E’ una bevuta ricca e appagante, pur facile da bere come fosse un bicchiere d’acqua. Il sorso è in continua evoluzione, maltato per lo più fino al sopraggiungere dell’amaro. Il retrogusto di fondo di caffè netta la dolcezza residua e costringe a un altro sorso lenente. Retrolfatto di nocciola, retrogusto di mandorla amara. Magnifica.

Cascadia, Ridgeside Brewery, Pale Ale, 4.1% abv.

Cappello di schiuma denso e cremoso. Aspetto limpido, colore oro antico con sfumature paglierino. Il naso si apre all’insegna del fruttato. La nota di testa è quella dell’arancia candita. I suoi profumi hanno le sembianze della pastiera pasquale. Il corpo continua parzialmente sul fruttato, prevalentemente zuccherino (buccia d’arancia, lime, limone) ma poi cambia completamente registro, passando al lato maltato della forza (crosta di pane, cereali, crackers, pasta frolla). Cuore floreale ed erbaceo.

In bocca entra watery, ma non farti ingannare: si rivelerà un pieno di sensazioni gustative. In evidenza la frutta tropicale con punte mediterranee (ananas, melone, curaçao, limone). Il maltato arriva nel post deglutizione, introdotto da una sfumatura di zenzero: crosta di pane e miele di acacia. Dura poco, pochissimo, praticamente un istante. Il tempo di lenire la bocca che già ritornano in pompa magna le note amare, aspre della frutta. Qui con il curaçao e il lime raggiungono la pienezza. Il loro aspro è talmente intenso che non si accontenta di ripulire la bocca, bensì la rendono arida, avida di altre dissetanti sorsate. Retrolfatto aspro di pompelmo, retrogusto di crosta di pane imbevuta di arancia amara. Un’altra bevuta felice.

Il The Pack Horse non ambisce a essere perfetto. Però la sua semplicità ti mette a tuo agio e il suo modo di fare tipicamente inglese lo rende un accogliente rifugio in mezzo a tanti altri pub privi di un’anima.

Hai fatto anche tu pub crawl a Leeds? Conoscevi il The Pack Horse?

x

Check Also

the sheaf view sheffield

Sheaf View: la baita, il Belgio e le bottiglie

Sheaf View è un pub che unisce il fascino della location al piacere della buona ...