monellina mild birrificio magara

Monellina Hoppy Mild Birrificio ‘a Magara

Monellina è la Mild del Birrificio ‘a Magara. Non è una Mild qualsiasi: la luppolatura esotica la rende unica.

Monellina (dove sei piccolina?) è il curioso nome col quale il Birrificio ‘a Magara ha voluto chiamare la sua sua one shot in stile (Hoppy) Mild. Si tratta di uno stile birrario originario della vecchia Inghilterra. Lo caratterizzano la tendenza dolce e la spiccata freschezza, dovute alla presenza di zuccheri residui. Questo perché le Mild, storicamente, nascevano per essere consumate in gioventù, interrompendo forzosamente il processo di fermentazione. In questa Monellina l’aggettivo hoppy sta a indicare una luppolatura esagerata, esotica nella sua connotazione neozelandese.

Bottiglia da 75 cl, 4.2% abv, lotto 3/16.

Schiuma

Generosa, dalla trama fine e compatta, di aspetto cremoso; colore nocciola, persistente e aderente.

Colore

Marrone sbiadito con riflessi cola; aspetto limpido.

Aroma

Basta stapparla per accorgersi che la luppolatura dichiarata in etichetta non è uno scherzo. Il bouquet aromatico è straordinariamente intenso. Micidiale la commistione di note tostate e luppolate, seducenti. In testa ci sono i luppoli, pungenti e quasi balsamici, ai quali fanno eco resina e menta. Dal verde al nero: il corpo sposta l’accento sui malti tostati. Le note interessate sono pane nero, caffè in chicchi, cioccolato fondente e una brezza di tabacco. Ma la nota dominante rimane quella fresca e golosa del gelato alla nocciola. Cuore di sciroppo di liquirizia. Intrigante.

Gusto

Il primo sorso mostra una grande aderenza stilistica, con una dolcezza residua palese. L’impressione è solo vagamente quella di una birra. Sembra piuttosto di sorseggiare una bevanda gasata al caffè (Brasilena, Coca-Cola). La birra si rinviene nella nota erbacea e vagamente balsamica data dalla generosa luppolatura. Monellina, più che la decisa luppolatura, si distingue per l’intensità delle note di malti tostati. Si inizia da resina e caffè, connubio dal quale scaturisce l’idea di un Amaro alle erbe. Dopodiché si ripete il copione anticipato al naso: pane nero, liquirizia, cioccolato fondente. A fine corsa arriva la frutta secca (nocciola). Finale molto poco attenuato, equilibrato da una combo acidula-tostata (caffè, cioccolato fondente e liquirizia) eseguita in maniera pressoché perfetta. Carbonazione decisa, corpo leggero, mouthfeel watery ma tondeggiante grazie alla morbidezza dell’avena. Retrogusto erbaceo tenue ma duraturo. Retrolfatto di liquore al caffè. Più che una Mild, Monellina è così intensa da sembrare una Black IPA in tenera età. Rinfrescante e gustosa. Monellaccia.

Monellina di nome, di fatto è solo una brava bambina. La sua allegria è trascinante. Sorseggiandola si ritorna indietro nel tempo, all’infanzia spensierata. Peccato si tratti solo di una birra occasionale: il mondo avrebbe bisogno di tante Monellina in più.

Conoscevi Monellina? Quali birre hai assaggiato del Birrificio ‘a Magara?

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.9
Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

calix-niger-birrificio-dei-castelli-chocolate-stout

Calix Niger Chocolate Stout Birrificio dei Castelli

Calix Niger del Birrificio dei Castelli è una birra di colore scuro, suadente come il ...