its all propaganda mad dog

It’s All Propaganda Mad Dog Brewing Co.

It’s all propaganda è il nome della sovversiva Black IPA gallese brassata dalla Mad Dog Brewery.

Dopo una breve pausa si ritorna a parlare su queste pagine del birrificio gallese Mad Dog Brewing Co.. Il primo assaggio (Afternoon Sunshine, APA) non mi aveva fatto impazzire. Come se la caverà questa It’s All Propaganda, “rivoluzionaria” Black IPA brassata con luppoli Sorachi Ace (Giappone) e Kazbek (Repubblica Ceca)? Vediamo!

Bottiglia da 33 cl, 5% abv, lotto 184.

Schiuma

Appena un dito ma dalla trama così fitta da poterci appoggiare una monetina; colore beige, aspetto cremoso, persistente e aderente.

Colore

Ebano con riflessi rubino; aspetto opaco.

Aroma

L’inizio del percorso olfattivo è certamente quello di una birra scura ma non propriamente da Black IPA. Il profilo tostato/torrefatto è evidente, mentre a primo acchito mancano i profumi verdi dei luppoli in fiore. La loro presenza si rivelerà in un secondo momento. Dimentica l’invadenza pungente di una Cascadian Dark Ale. Questa It’s All Propaganda preferisce mantenere un basso profilo, ricco (balsamico, tropicale) ma delicato. Intensità olfattiva quindi buona, con un bel bouquet e un’ottima pulizia. La nota di testa, stranamente a dirsi, è il cocco. Sì, esatto, sto parlando proprio della noce di cocco. E no, non ho la più pallida idea di come ci sia finita qui dentro. Dopodiché si succedono lime, citronella ed erba umida. I malti sono neri e loquaci: pane nero ai cereali, toffee, cioccolato al latte, passion fruit, hot chocolate, nesquik. Variopinta.

Gusto

La prima sorsata è copia conforme del naso. C’è però un dietrofront: manca la pulizia. Le note gustative sono le stesse dell’aroma ma sono tutte mischiate confusamente. Il cocco prova ad ammaestrare il lime, il cui amaro citrico è lasciato a briglie sciolte. Quest’ultimo però trova nel caffè in chicchi un valido alleato del caos. Corpo leggero, carbonazione ben percettibile, mouthfeel velvety. Solo stemperandosi, esaurendosi l’euforia del lime, il gusto si assesta. Le note iniziali sono maltose, sottili: mollica di pane nero, fruit scone, bounty, cioccolato fondente a bassa intensità, datteri, caffè in chicchi,girella di liquirizia. Questo fino a metà corsa. Dopodiché il citrico, finora quieto, si desta di soprassalto e in un battibaleno riempie la bocca della sua asprezza astringente. E lì rimane a lungo, perdurando per tutto l’infinito retrogusto, in compagnia di pepe, peperoncino e un sottile erbaceo. Retrolfatto di passion fruit e amaretto, retrogusto di pompelmo. Epilettica.

Questa It’s All Propaganda è tutto fuorché tranquilla. Una birra veramente birichina, che mi ha fatto divertire assai ma alla quale un pizzico di rigore in più non guasterebbe.

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.8
Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

calix-niger-birrificio-dei-castelli-chocolate-stout

Calix Niger Chocolate Stout Birrificio dei Castelli

Calix Niger del Birrificio dei Castelli è una birra di colore scuro, suadente come il ...