how-to-brew

How to Brew by John Palmer: per produrre grandi birre

How to brew di John Palmer è una pietra miliare tra i libri dedicati alla birra fatta in casa.

Ho finito di leggere in un unico sorso uno dei libri di riferimento del panorama dell’homebrewing mondiale: How to Brew, ovvero “tutto quello che ti serve sapere per produrre sempre grandi birre”. Devo ammettere che non è stata una lettura facile. Mi riferisco ai contenuti trattati: la birra è arte ma anche scienza e quest’ultima non è facile da masticare.

La principale difficoltà è stata comprendere i concetti più tecnici – vi sono anche accenni di chimica. E’ un testo scritto da un homebrewer per altri homebrewer e non essendolo sono convinto che alcuni dettagli mi siano sfuggiti. Niente di preoccupante: How to Brew si rivolge agli homebrewer di oggi ma anche a quelli di domani, ovvero a chi è curioso della materia ma non è ancora passato alla pratica. Terminata la lettura sono corso da mia moglie per dirle con entusiasmo “preparati: presto inizierò a fare la birra a casa!”. How to Brew trasmette la voglia di fare birra e non c’è complimento migliore.

Altra parziale difficoltà è stata la lettura in lingua inglese – non esiste ancora la traduzione italiana – che richiede il doppio sforzo traduzione-comprensione. E’ però un esercizio necessario perché di materiale del genere in Italia ve n’è poco e l’unica vera eccezione è “Come fare la birra in casa” di Davide Bertinotti.

L’autore e la panoramica dell’opera.

John Palmer nasce nel Missouri è oggi vive in California. Prima ancora di essere padre di famiglia è un figlio del fai-da-te. Ingegnere metallurgico e ricercatore aerospaziale, è rimasto folgorato dalla birrificazione, passione comune tra gli ingegneri. A rendergli affascinante la materia non è la birra in sé, bensì il processo necessario a ottenerla, nelle sue molteplici sfumature: maltazione, ammostamento, chimica dell’acqua, filtrazione, limpidezza, colore e persistenza della schiuma. John Palmer è un bambino nel corpo di un adulto il cui giocattolo preferito è l’impianto della birra.

Oggi è uno dei nomi più apprezzati nel panorama dell’homebrewing mondiale. How to brew è il suo indiscusso bestseller. Oltre a questo è stato coautore di altri due libri sulla birra: Brewing Classic Styles e Water, una guida molto dettagliata sulla chimica dell’acqua – parte della collana tradotta da MoBI e attinente tutti e quattro gli ingredienti della birra. Dal 2001 ha fondato la Palmer Brewing Solutions, Inc e da allora si occupa di consulenza ai birrifici.

Era il 2000 quanto l’autore pubblica il suo manuale su internet. Si tratta della prima pubblicazione online nel suo genere e il riscontro è enorme. Le visite al sito sono enormi e attirano anche l’attenzione dell’editore Brewers Association, che offre a John Palmer la possibilità di pubblicare il manuale in versione cartacea con contenuti arricchiti. Da allora John Palmer è anche direttore delle pubblicazioni per la Brewers Association.

La lettura e le impressioni generali.

Il punto di forza di How to Brew è l’esaustività degli argomenti trattati. Al suo interno c’è veramente di tutto. Si parte dagli ingredienti, passando attraverso i metodi e le attrezzature, come formulare la ricetta, fino ad arrivare alla birrificazione nei suoi diversi livelli di difficoltà (kit, e+g, all grain). Contiene tutti i tasselli per ricreare il grande quadro della birra fatta in casa.

E’ poi un libro organizzato in maniera impeccabile. La suddivisione per argomenti è tale che ciascuno può decidere se dare una lettura distratta e fermarsi a un’infarinatura generale oppure scendere nei dettagli ed emergere a birra nuova. In questo senso sarebbe meglio leggere How to Brew in più riprese: la prima volta quando si inizia a fare la birra per poi tornare a sfogliarlo quando si è convinti di aver imparato tutto. E’ proprio in quel momento che si scopre che certe verità non sono poi così scontate e l’autore è bravo a mettere tutto in discussione. Ecco perché è un testo che anche i non homebrewer troveranno interessante.

La tecnica narrativa.

Grazie a un approccio semplice ed esemplificativo John Palmer riesce a trasmettere molto, moltissimo. Grande vantaggio dell’opera è la scioltezza con cui l’autore affronta gli argomenti. Anche quando si inizia la discesa nei meandri della scienza birraria la lettura è scorrevole e la comprensione semplificata. Quando la prima non dovesse bastare la seconda lettura è più che sufficiente a comprendere gli argomenti trattati.

Personalmente mi piace che l’autore abbia uno stile. Se penso a Michael Jackson, il più grande scrittore birrario di tutti i tempi, mi viene in mente la sua capacità di rendere la birra sexy. In questa capacità John Palmer manchevole. Lui ci prova a essere divertente ma la cosa gli riesce poco bene.

How to Brew: conclusioni.

Dedicato a chi è alla ricerca di istruzioni semplici e sicure per non sbagliare la prima cotta, oppure ai più esperti per scoprire che i dettagli fanno la differenza. How to Brew è la guida definitiva alla birra fatta in casa, un libro che tutti gli homebrewer dovrebbero avere.

How To Brew: Everything You Need to Know to Brew Great Beer Every Time
Autore: John Palmer
Editore: Brewers Publications
Anno: 2017 (quarta edizione)
Prezzo: 14.60 dollari

 

x

Check Also

birra in franconia manuele colonna libro recensione

Birra in Franconia by Manuele Colonna

Birra in Franconia di Manuele Colonna è il diario di un viaggio in un luogo magico ...