hop hill ipa hilltop brewery

Hop Hill American IPA Hilltop Brewery

Hop Hill è un’American IPA prodotta con una montagna di luppoli americani.

Hop Hill IPA, India Pale Ale di nome ma Americana di fatto vista la luppolatura di soli luppoli statunitensi. Anzi, il visto americano è rafforzato da una doppia luppolatura statunitense: quella tradizionale durante la bollitura e quella successiva in dry hopping. A produrla è Hilltop Brewery. Di questo birrificio laziale ho già assaggiato La Calandrina (Hoppy Saison) e Gallagher Stout (Irish Stout), oltre a numerose altre assaggiate durante Birraio dell’Anno e BeeRiver.

Non c’è due senza tre.

Oggi tocca a un’altra birra, questa volta all’insegna dell’amaro luppolino. Hop Hill è una birra a produzione stabile al birrificio ma ha avuto un passato diverso. E’ nata infatti come birra con la quale la squadra romana She-Wolves di Roller Derby (sport femminile di contatto su pattini) si è autofinanziata. Brave ragazze!

Il birrificio la consiglia in abbinamento a: BBQ, ali di pollo o ribs (puntine di maiale).

Bottiglia da 33 cl, 6.5% abv, lotto L16047.

Schiuma

Generosa, persistente e aderente; trama fine con qualche bollicina di medie dimensioni, colore ocra e aspetto cremoso.

Colore

Ambrato carico con riflessi ramati; aspetto limpido.

Aroma

L’impatto olfattivo è eloquente: i profumi tropicali spadroneggiano. Ad affiancarli c’è un vivace erbaceo, irrobustito da una punta di resina. Non mancano neppure gli agrumi, né tanto meno i malti. In testa ci sono ananas, papaya, melone retato, curaçao, passion fruit, mango. Ad arricchire il tutto ci pensa una delicata pepatura. Subito dopo arriva la polpa d’arancia e dopo di lei i malti, a tratti persino fragranti (crosta di pane, delicate tostature, cereali). Il cuore è moderatamente balsamico, con una punta di resina e muschio. Esotica.

Gusto

Gusto di chiara impronta luppolata, con i malti a dare man forte sia alla beva che alla composizione del bouquet gustativo. Poche bollicine, corpo medio e mouthfeel tondeggiante. L’aspetto più interessane di questa Hop Hill è lo spessore del percorso gustativo. L’intensità è percettibile ma non travolgente, favorendo una pulizia maniacale. Parimenti al naso sono i luppoli a farla da padrona. La prima viva impressione è quella di un cocktail tropicale. Ci sono ananas, melone, pompelmo, papaya, mango. Al loro fianco si collocano polpa d’arancia, pesca e mandarino. In mezzo gli immancabili malti, ai quali manca la verve croccante. Questo non ne inibisce il gusto: pane, biscotto, cereali, leggerissimo caramello. Finale asciutto e ripulente, rinfrescante grazie al combinato di aspro d’agrumi e tostato dei malti. Retrolfatto e retrogusto di curaçao, il secondo con l’aggiunta di un gradevole tostato (pane). L’alcol si vede e non si vede: sembra pronto a manifestarsi ma poi, puntualmente, torna a nascondersi. Furia.

Hop Hill IPA è una “birra cecchina”: prende di mira la sete e la fa fuori con un colpo solo. Eccezionale aroma, facilissima beva, tanto gusto e alcol percettibile quand’è ormai troppo tardi. Una birra ammazzasete col rinculo.

Hai mai assaggiato la Hop Hill IPA? Conosci altre birre di Hilltop Brewery?

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.8
Sending
User Review
0 (0 votes)
x

Check Also

pohjala-cherry-banger

Pohjala Cherry Banger Imperial Stout

Pohjala Cherry Banger è una Imperial Stout arricchita da ciliegie, cioccolato e baccelli di vaniglia. ...