hook norton double stout

Hook Norton Double Stout

Primo assaggio dell’antica Hook Norton Brewery: Double Stout è una birra scura di carattere.

Primo assaggio in assoluto su queste pagine di Hook Norton, birrificio inglese indipendente immerso nella splendida cornice naturalistica delle Cotswolds. Bada bene: indipendente non significa piccolo. Il concetto di birrificio inglese è molto distante da quello italiano, che spesso fa rima con microbirrificio. Per intenderci: Hook Norton è solo uno dei 32 birrifici di proprietà della stessa famiglia, che tra l’altro possiede oltre 40 pub sparsi per il Regno Unito. Il capostipite di questa famiglia abbiente è John Harris, che nel lontano 1849 fondò quella che era ancora solo una fattoria. Con tanto di maltificio.

Era dunque già chiara la traiettoria che la fattoria avrebbe preso di lì a poco.

Di lì a poco inizierà anche la distribuzione commerciale dei luppoli. Malti e luppoli condurranno nel 1856 alla nascita del birrificio vero e proprio con la prima birra chiamata Mild XXX. Nonostante la crescita esponenziale (oggi la Hook Norton Brewery si compone di ben 37 edifici collegati) c’è un grande rispetto per la storia e le tradizioni non sono mai venute a mancare. Per esempio quella delle consegne a domicilio col cavallo. Questa pratica, ormai obsoleta, cessata nel 1950, è stata recentemente ripresa (1985) e si occupa delle consegne nel raggio di 5 miglia dal birrificio. Il resto è storia recente. Nel 2013 il lancio della nuova birra chiamata Lion, definita nientepopodimeno che “l’orgoglio delle Cotswold”.

Ma parliamo di cose serie: birra. Quella provata oggi è la Hook Norton Double Stout, prodotta per la prima volta nel lontano 1898. Si tratta di una birra stagionale un po’ insolita: in cask è disponibile solo nei mesi di Gennaio e Febbraio mentre in bottiglia è disponibile tutto l’anno. Il suo medagliere è notevole: oro ai World Beer Awards 2010, argento nel 2011 – più menzione come migliore Dry Stout europea – ai Brewing Industry International Awards e, nel 2015, all’International Beer Challenge. In ricetta ingredienti esclusivamente inglesi: malti Maris Otter, Black, Brown; luppoli Fuggle, Goldings e Challenger.

Bottiglia da 50 cl, 4,8% abv.

Schiuma

Trama estremamente fine, compatta, colore nocciola; bassa persistenza e discreta aderenza.

Colore

Ebano con bellissime e luminose sfumature rubino; aspetto limpido.

Aroma

L’inizio del percorso olfattivo è ovviamente nero, con la parte dolce in evidenza: dal cioccolato al latte allo sciroppo di liquirizia. Il tutto passando attraverso tracce di chicchi di caffè goloso (cioccolato). In sottofondo si fa spazio un leggero sentore di amarena sciroppata che tende ad acuirsi man mano che la birra stempera. La parte maltosa si caratterizza per la presenza di pane nero (mollica), miele di castagno, farina di castagna e un leggero tocco affumicato. Congeniale.

Gusto

La prima sorsata è decisamente leggera. L’anima watery però si intravede appena. La bevuta si focalizza sulle note tostate, tra il cioccolato fondente a bassa intensità e il cacao in polvere. E’ invece rilegato in sottofondo l’acidulo da caffè. Corpo leggero e carbonazione tenue. L’ingresso in bocca scarica un bel po’ di amarezza da malti tostati, con suggestioni persino bruciacchiate (pane tostato, cacao, cioccolato fondente) mentre più defilate le note di liquirizia (radice) e di caffè in chicchi (acidulo). Il passaggio è sottile ed è qui che maggiormente si sfiora l’acquosità. Il finale di bevuta è invece l’esplosione della sua parte latente: il post deglutizione mette alla luce un leggero apporto affumicato che ricorda la pancetta. Retrolfatto di cioccolato ubriaco (mon sheri), retrogusto leggermente astringente di caffè. Nerina.

Hook Norton se la cava egregiamente. Oltre a vantare dimensioni inimmaginabili in Italia mantiene una qualità che fa le scarpe a molti micro nostrani.

Conosci anche tu la Hook Norton? hai assaggiato qualcuna delle sue birre? e questa Double Stout?

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.6
Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

noiz blackground oatmeal stout

Noiz Blackground Oatmeal Stout

Altra birra, NOIZ Blackground, altra corsa: ritorna sul blog il birrificio riminese NOIZ. Dopo i ...