home brewing ted bruning libro

Home Brewing: guida a birra, vino e sidro

Sull’Home Brewing esistono un sacco di libri, spesso pieni di tecnicismi e incomprensibili. Ne ho trovato uno che scorre come birra!

Sull’home brewing esiste tanto di quel materiale da leggere da avere l’imbarazzo della scelta. Premetto che non sono homebrewer. Capisco perciò come ci si sente quando bisogna affrontare una lettura sull’argomento, soprattutto per chi si trova alle prime armi. Tecnicismi, formule e chimica non sono argomenti facili da masicare. Ma non bisogna avere paura: bisogna solo trovare il libro giusto. Home Brewing è uno di questi.

L’autore e la panoramica dell’opera.

Ted Bruning è un autore birrario inglese con oltre 20 anni di scrittura alle spalle. La maggior parte del tempo lo ha passato al servizio del CAMRA: prima come autore del periodico dell’associazione (13 anni) e poi come autore del magazine What’s Brewing (8 anni). Le sue opere si focalizzano sui locali birrari, londinesi (Historic Pubs of London) e inglesi in generale (Historic Inns of England). I secondi gli sono valsi la medaglia d’argento nel 2000 come autore della British Guild of Beer Writers.

Home Brewing è dunque un testo che esce leggermente fuori dal seminato. Ma non è l’unica opera dell’autore dedicata al genere – c’è anche The Microbrewers’ Handbook). E’ un libro molto generalista: non solo birra ma anche vino e sidro. La parte più sostanziosa rimane tuttavia quella dedicata alla birra, che da sola occupa circa la metà del testo. Sono state due le ragioni che mi hanno spinto a scegliere questo libro in mezzo al marasma di materiale sull’home brewing: l’essere multidisciplinare e la lingua inglese. La prima perché è utile conoscere le diverse applicazioni della stessa scienza; la seconda è perché mi consente di approfondire la terminologia inglese. Dulcis in fundo, vi è anche una sezione dedicata agli ingredienti speciali (frutti, fiori, piante).

La lettura e le impressioni generali.

Ci sono una breve introduzione all’home brewing, la descrizione dell’equipaggiamento necessario, consigli su dove acquistarlo e sul suo corretto utilizzo. Non mancano la guida alla prima cotta e una manciata di ricette. La stessa struttura viene ripresa per il vino (bianco, rosso, rosé e persino dolce), seppure in maniera più sintetica. La parte residua è infine dedicata a sidro e perry.

Non avevo mai trovato prima d’ora un libro sull’home brewing che comprendesse birra, vino e sidro/perry. Questo è, secondo me, un punto di forza e contemporaneamente di debolezza. Di forza in quanto consente di osservare alla medesima materia nelle sue diverse sfumature. Non per nulla ciò che mi ha convinto a leggerlo è stato il capitolo dedicato a vini e vitigni. Allo stesso tempo, per un libro inferiore a 100 pagine, trattare tutti questi argomenti significa essere molto generico. Ripeto: ho apprezzato la lettura in quanto mi ha consentito di arricchire il mio vocabolario inglese. Potrebbe non essere o stesso per chi conosce già sia la materia che la lingua.

La tecnica narrativa.

Quando approccio un libro sull’home brewing ho sempre un po’ di paura. La birra è arte ma anche chimica, matematica e fisica. Se si considerano poi gli impianti, l’utilizzo e la manutenzione, chiamiamo in causa anche l’ingegneria. L’home brewing è quindi una scienza e per spiegarla bisogna adoperare tecnicismi e vocaboli astrusi. Questo rischia di rendere la lettura poco digeribile a chi non ha uno stomaco di ferro.

Non è il caso di questo Home Brewing, che si rivela gradevole da leggere nonostante l’aggravante della lingua straniera. Merito di una tecnica narrativa asciutta e impersonale, da mandare giù a grandi sorsi come fosse una Session Beer. Asciutta ma non fredda: i sorrisi arrivano all’inizio e alla fine di ogni paragrafo, dove si racchiudono aneddoti o si scherza sugli stereotipi dell’homebrewer. A dire la verità i tecnicismi non mancano ma si limitano alla spiegazione dei vocaboli e a quanto propedeutico alla comprensione della materia.

Home Brewing è un libro economico e facilissimo da leggere. Al suo interno c’è dituttounpo’: birra, vino, sidro e perry. Una lettura interessante per osservare a quel misto di arte e scienza che è la produzione casalinga nelle sue molteplici sfumature.

Homebrewing by Ted Bruning: A guide to making your own beer, wine and cider
Autore: Ted Bruning
Editore: National Trust Books
Anno: 2011
Prezzo: 7.99 sterline (acquista altri libri dell’autore in offerta su Amazon!)

x

Check Also

german wheat beer eric warner

German Wheat Beer by Eric Warner

La mia recensione di German Wheat Beer di Eric Warner, libro dedicato alle amabili birre di ...