Hibu Brewery: collezione Primavera-Estate

Nuove etichette al Birrificio Hibu. Il tema? La bella stagione.

Quella di oggi è una vecchia conoscenza del panorama della birra artigianale italiana. Mi riferisco al birrificio Hibu di Burago di Molgora (MB). Nato nel 2007 come birrificio ma dal 2012 è diventato birrificio agricolo (40 ettari dedicati a produzione autoctona di orzo, frumento, luppolo e frutta). Hibu ha sempre agito silenziosamente, lontano dalla moda e dal cosiddetto mainstream. Questa volta, però, si è mosso con la stessa grazia di un elefante in una cristalliera. A suonare la fanfara ci hanno pensato le etichette birrarie recentemente sottoposto a restauro. Il risultato è fresco e accattivante, tanto quanto la stagione Primavera-Estate alla quale sono dedicate. Il merito è della matita del fumettista Giuseppe Ferrario, autore dei disegni. Sei pronto a scegliere il tuo outfit ideale? Seguimi!

Dalla primavera all’estate. Che la bella stagione cominci!

hibu avanti march medaglione

La prima nuova birra siglata Hibu vede la luce a inizio primavera, precisamente a Marzo. Non per nulla si chiama ‘Avanti March!‘. Si tratta di una Saison “da battaglia”, un po’ birra e un po’ Risiko. 6,5 gradi alcolici e 30 unità d’amaro costituiscono l’impalcatura di questa speziatissima birra afrodisiaca a base di zenzero e pepe rosa. Berla produce effetti “indesiderati”. Per maggiori dettagli guardare l’etichetta.

hibu uaterlo blanche

Da Marzo in poi, con l’arrivo delle belle giornate, la mente non può che iniziare a muoversi verso l’estate, il mare e le spiagge. Quelle della Corsica in particolare. E’ qui che nasce Uaterlo, bière Blanche da 5,2 gradi alcolemici felicemente imbottita di spezie della macchia mediterranea: rosmarino, issopo e santoreggia in aggiunta ai classiconi (coriandolo e buccia d’arancia amara). In etichetta era scontatissima la presenza del buon Napoleone Bonaparte.

hibu dussex altbier

Dal Mediterraneo alla terra dei crucchi per poter assaporare Dussex, eloquente nome per uno stile originario di Dusseldorf. Altbier è uno dei pochi stili birrari tedeschi ad alta fermentazione, servito nel tradizionale bicchiere alto e lineare che incita alla bevuta a oltranza. Una bevuta che rischia di protrarsi praticamente all’infinito: i camerieri hanno il compito di riempirti il bicchiere non appena lo vuoti. L’unico modo per fermarli è mettere il sottobicchiere sul bicchiere. Oppure chiamare un poliziotto del Sussex, a patto che il nome si riferisca veramente a questo gruppo di forze dell’ordine.

hibu koln koelsch

Ancora Germania ma a Colonia, ove nascono le prodigiose Koelsch,chiamate Koln nel resto del mondo. Si tratta infatti di uno dei pochi stili birrari a livello mondiale protetto da denominazione d’origine. Ne consegue che può fregiarsi del titolo di Koelsch solo la birra prodotta dell’area geografica di Colonia. E’ la “cugina” della Albier: come la precedente è una birra ad alta fermentazione maturata a basse temperature attraverso il cosiddetto processo di lagerizzazione.

Il birrificio Hibu ha trasformato le calde stagioni e in un goliardico appuntamento del bere. La domanda è: riusciremo a resistere a un simile semestre?

Avevi già visto le etichette del birrificio Hibu? qual è la tua preferita? hai già assaggiato qualcuna di queste birre?

x

Check Also

birrificio-dada-birre-leggere

Birrificio Dada: irriverenti con stile

Il segreto delle etichette birrarie del Birrificio Dada? La fusione tra lo spirito dadaista e ...