gulden-draak-belgian-dark-strong-ale

Gulden Draak Belgian Dark Strong Ale

Gulden Draak è una sontuosa Belgian Dark Strong Ale che sposa malti scuri, esteri fruttati e alcoli superiori.

Gulden Draak, ovvero il “drago d’oro” in lingua fiamminga. Il nome si riferisce all’effige ubicata in cima al campanile dell’Hôtel de Ville – Patrimonio dell’Umanità UNESCO – della città belga di Gand, dove ha sede il birrificio. L’effige raffigura appunto un drago dorato nel momento in cui viene ucciso da San Michele. Ne esistono due versioni: la presente Classic, etichetta bianca, e la 9000 Quadrupel, etichetta nera.

Narra la leggenda che il drago dorato in questione è lo stesso di quello presente sulla prua della nave di Sigrid Magnusson, antico re Norvegese che partì per una crociata nel bislacco anno 1111. Durante il suo peregrinare fece dono del drago all’imperatore di Costantinopoli, affinché potesse metterlo sulla cupola della Basilica di Santa Sofia. Ma dopo qualche anno il destino lo riportò in Belgio: dopo la vittoria della battaglia di Beverhout (1382) gli abitanti di Gand lo porteranno in città come bottino di guerra, esponendolo trionfalmente sulla cima del campanile dell’Hôtel de Ville.

Gulden Draak è una Belgian Dark Strong Ale rifermentata in bottiglia con lievito enologico.

Bottiglia da 33 cl, 10.5% ABV, lotto con TMS 19/10/2018.

gulden-draak-belgian-dark-strong-ale

Aspetto

Colore bruno, praticamente tonaca di frate, con riflessi rubino. Sontuoso cappello di schiuma colore crema che rapidamente si assottiglia, lasciando appena una traccia sul bordo del bicchiere. 

Aroma

Basta la mescita per far intuire l’esuberanza aromatica di questa birra. Versarla innesca un’esplosione di profumi: frutta rossa sotto spirito, caramello, zucchero candito bruno e alcoli superiori. Il naso è rapidamente assuefatto a tale complessità aromatica. In testa lo Sherry, con tracce di ossidazioni davvero minime che incrociano la salsa Worcester. Segue il vibrante caramello, seguito a ruota da biscotto, zucchero candito bruno, miele di melata, cioccolato fondente, frollino al cacao. Il cuore vibra di frutta rossa, molta della quale affogata nell’alcol: amarene, ciliegie, uvetta, prugne, mirtilli.

Gusto

Corpo pieno, carbonazione medio/alta, sensazione tattile morbida e avvolgente, vellutata. Il sorso è una carezza di velluto, che lascia la parete boccale ricoperta da un velo di zuccheri. Lentamente emerge il tepore etilico che parte dalla bocca della stomaco e risale lungo la gola. Contemporaneamente si sviluppa il gusto, seguendo il copione anticipato al naso: un matrimonio di malti scuri ed esteri fruttati, celebrato sotto il segno dell’alcol.

Caramello, toffee, miele di melata, biscotto; mirtilli, ciliegie, prugne, uva sultanina; Sherry. Al crescere delle temperature la sensazione di calore diventa un piacevolissimo abbandono etilico al sapore di frutta secca (mandorla, amaretto). Finale secco grazie al contributo dell’alcol, retrolfatto di biscotto tostato/zucchero caramellato, retrogusto che lascia intravedere delicate tostature, tra le quali si scorgono tracce di cacao e cioccolato fondente.

Gulden Draak: conclusioni.

Gulden Draak è una birra certamente importante, però fatica a lasciarti esterrefatto. Piace, è inevitabile, eppure non riesce a scatenare il colpo di fulmine. Chissà, forse questa bottiglia sconta l’età e magari le avrebbe reso onore maggiore freschezza, di fatto appare come l’ombra della sua giovinezza.

Hai assaggiato anche tu la Gulden Draak? Acquistala su Amazon!

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.8
Sending
User Review
0 (0 votes)
x

Check Also

brewmaster-choice-ipa

Brewmaster Choice IPA Target2000

Brewmaster Choice IPA, firmata Target 2000, distributore italiano che ha deciso di lanciarsi nel mondo ...