birrificio-geco-pecora-nera

Geco Pecora Nera Sweet Stout Birrificio Geco

Geco Pecora Nera è una birra scura in stile Milk Stout Arricchita da avena e lattosio.

Dopo l’introduzione al birrificio in occasione della recensione della Ambra, oggi tocca alla Geco Pecora Nera. Si tratta di una birra scura in stile Sweet Stout d’origine anglosassone, prodotta con l’aggiunta di avena e lattosio. Una birra che ha ottenuto diversi riconoscimenti in Italia, risultando apprezzata sia dal pubblico che dalla critica: argento al concorso Birra dell’anno 2011, oro all’IBF 2012 e bronzo a Birra dell’anno 2013.
Bottiglia da 33 cl, 4,0% ABV.

Etichetta

Ovviamente si è sfruttata l’idea della caricatura della pecora nera, ottenendo un risultato simpatico e divertente, seppur migliorabile. Si conferma la scelta, da parte del birrificio, di uno stile piuttosto minimale e diretto. Scarsa la componente descrittiva.

Colore

Già versandola nel bicchiere si nota una buona consistenza e densità della birra, che nel bicchiere si presenta di un bel colore scuro e profondo, ebano, con riflessi rubino appena visibili. Corpo completamente opaco, fermentazione interna tenue e leggera, visibile lungo i bordi.

Schiuma

Cappello di schiuma di media altezza, si abbassa leggermente a riposo, con discreta persistenza al bicchiere. Eccellente la consistenza, quasi “croccante”, color biscotto, dalla trama fine e compatta, cremosa.

Aroma

Impatto fresco, seppur di bassa intensità. Si evidenzia subito un ottimo equilibrio d’aroma tra le note tostate (malto e caffè) e quelle dolci (lattosio). Si aggiungono note di cioccolato al latte, fave di cacao e, in chiusura, un accenno di erbacei (liquirizia e luppolo) e tabacco. Riscaldandosi, invece, emerge una nota etilica, mai invadente. Il naso risulta nel complesso ben caratterizzato, ma appare spento e “sfiancato” per via della scarsa intensità.

Gusto

Infine la bocca, dove si inizia con un imbocco pieno e tondo, un passaggio corposo, caratterizzato da una componente watery dissetante quanto basta, ed un ingoio consistente, pieno, che ammorbidisce e appaga la senza cadere nell’abboccato. Scarsa  carbonazione, bassa anche la persistenza amara, caratterizzata dall’amaro del caffè in chicchi tostato.

Il gusto sorprende più dell’aroma, seguendo un percorso lineare, definito e pulito, ove emergono sentori di malto leggermente torrefatto e caramello bruciacchiato, cacao, cioccolato al latte, con retrogusto di orzo e caffè.

Geco Pecora Nera: conclusioni.

Geco Pecora Nera sarà anche la reietta della famiglia ma per essere una Milk Stout è deliziosa, golosa e appagante. Volendo trovare il pelo nell’uovo direi che non va oltre l’esercizio stilistico, limitandosi a interpretare correttamente il genere senza prendersi alcuna licenza poetica.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

noiz blackground oatmeal stout

Noiz Blackground Oatmeal Stout

Altra birra, NOIZ Blackground, altra corsa: ritorna sul blog il birrificio riminese NOIZ. Dopo i ...