Farmhouse Ale, la birretta che vien dalla campagna

Un giorno ti capita di leggere su un’etichetta il termine farmhouse ale, senza capire a cosa si riferisca. Ho pensato fosse necessario porre rimedio con urgenza a questa lacuna. Andiamo quindi a scoprire assieme le caratteristiche di questo stile birrario.

birra-saison-dupontCol termine farmhouse ale si intende letteralmente la birra della fattoria (da alcuni anche chiamate birre “rustiche”) e, in particolare, delle fattorie situate nelle campagne francesi, esattamente ai confini tra la Francia del Nord e l’area della Vallonia nel Belgio. é un termine abbastanza generico, visto che si utilizza per indicare contemporaneamente due stili birrari che, oltre ad essere abbastanza differenti tra loro, risultano essere molto variegati anche al loro interno. Si tratta di stili che, dopo aver in passato rischiato l’estinzione, stanno oggi rinascendo a nuova vita, grazie alla (ri)scoperta e alla dedizione di alcuni appassionati birraioli: le Bière de Garde francesi e le Saison belghe.

Il nome saison deriva dai contadini (saisonniere) a cui questa birra veniva offerta per ristoro durante la pausa lavoro. Più che offerta sarebbe meglio dire concessa, visto che la birra era data in quantità prestabilite, costituendo parte del salario dei contadini. Saison è anche il francese di stagionale. Caratteristica di queste birre, infatti, era il periodo di produzione, generalmente Marzo (da cui l’appellativo Bière de Mars), per poi essere successivamente bevute nei mesi estivi. Gli ingredienti impiegati erano gli stessi disponibili nelle fattorie: numerosi cereali, anche non maltati, luppoli freschi o più anziani (questi ultimi capaci di offrire sentori acidi), fermentazioni a temperature insolite e spesso incontrollate e, soprattutto nelle saison, impiego di spezie.

Se le saison preferiscono spezie e luppoli freschi, risultando fresche, leggere e dissetanti, ideali nei periodi più caldibiere de garde dell’anno, le Bière de Garde prediligono note dolci e maltate, anche tostate, con il luppolo a ricoprire un ruolo secondario, limitato al contributo amaro. Era solito farle fermentare a basse temperature, per poi essere nuovamente rifermentare ad alte. Il significato letterale, birra da cantina, sottolinea la particolarità di questo stile, la cui maturazione (solitamente in botti di legno) per tutta la primavera, conferiva loro un tipico odore stantìo, carico di legno, muffa, cuoio, tipici della cantina appunto.

Conosco poco le farmhouse ale di origine francese, mentre ho già avuto modo di apprezzare le Saison (eccone un esempio bello e profumato): acidule al punto giusto, rinfrescanti e con una notevole capacità di beva. Niente di meglio per rinfrescare una calda giornata d’estate!
E voi, quali di questi due stili conoscete/preferite? Avete un nome in particolare che vi ha colpito?

x

Check Also

game-of-thrones-yorkshire-heart-brewery-beer

Game of Thrones: dall’Inghilterra quattro nuove birre

Dopo l’americano Ommegang, anche l’inglese Yorkshire Heart crea birre dedicate a Game of Thrones. Tutti ...