erdinger-weiss-hefeweizen

Erdinger Weiss bier Hefeweizen

Erdinger Weiss interpreta la birra di frumento tedesca per eccellenza, simbolo della Baviera.

Erdinger Weiss deve il nome a Erding, cittadina bavarese a nord-est di Monaco, fondata nel 1886 con il nome originario di Weisses Brauhaus. Il nome attuale le è stato dato nel 1935 con il passaggio della proprietà a Franz Brombach. Oggi la Erdinger Weissbräu è tra le più importanti fabbriche di birre di frumento tedesche e una delle birre più esportate nel mondo, con una produzione che supera il milione di ettolitri.

Bottiglia da 50 cl, 5.3% ABV, lotto 2912081.

Aspetto

Solito abbondante cappello di schiuma pannosa, bianca, su un corpo di colore dorato dai riflessi paglierino, opalescente, da cui traspare il carattere effervescente.

Aroma

Il naso non brilla certo per pulizia. In prima battuta le bollicine sprigionano pungente acidità carbonica e alcune note ferrose (latta). Si percepisce anche una punta di acetaldeide (mela verde). Una volta dissipate le bollicine l’aroma torna alla normalità. Base di cereali, brioche, pane di grano ed effluvi floreali (fiori di campo, gelsomino). Classica accoppiata banana-chiodi di garofano, di intensità leggermente inferiore ai malti. Tra i fenoli assente la vaniglia mentre è presente la gomma da masticare. Il citrico dell’arancia chiude in bellezza un naso che era iniziato male.

Gusto

Corpo medio, carbonazione medio/alta, sensazione tattile morbida e cremosa, leggermente pastosa. Il malto di frumento svolge il suo dovere, dando corpo e piacevole sensazione tattile. Assieme ai malti chiari (cereali in genere, qualche panificato, brioche col tuppo) forma la base della bevuta. Seguono legga banana e più intensi chiodi garofano. Stavolta né vaniglia né gomma da masticare. La dolcezza iniziale dura metà sorso, dopodiché il contributo citrico del frumento (arancia) e l’acidità insita nell’elevata carbonazione donano alla birra un effetto ripulente che conduce a un finale mediamente secco. Niente zuccheri residui, solo l’eco dei malti che ritornano nel retrolfatto. Retrogusto leggermente amaro, incontro tra spezie (pepe) e aspro (arancia in polpa).

Erdinger Weiss: conclusioni.

Stappare una Weissbier è sempre un momento difficile: tante le aspettative, non sempre soddisfatte da questo esuberante stile che sembra soffrire la bottiglia. Erdinger Weiss è una birra certamente gradevole che ma depotenziata in quella che dovrebbe essere la sua verve rinfrescante.

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.5
Sending
User Review
0 (0 votes)
x

Check Also

birra-rogue-marionberry-sour

Birra Rogue Marionberry Sour Ale

Marionberry Sour Ale utilizza l’omonima varietà di more americane coltivate da Birra Rogue. Dall’Italia voliamo ...