Eataly presenta Quintessence brassicole Cantillon: aller-retour a Torino

Quintessence Cantillon celebra il famoso birrificio belga con un esclusivo evento tutto italiano.

Un nome altisonante, quello del Quintessence Cantillon: aller-retour, evento unico organizzato per l’ultima Domenica di Ottobre, giorno 28 (in concomitanza con il Salone Internazionale del Gusto, sempre a Torino) da parte di Eataly. La manifestazione costituisce il diretto prosieguo dell’edizione della Quintessence (nome nato in fisica per indicare una sorta di potente energia oscura, attualmente solo teorica) tenutasi in Belgio, a Bruxelles precisamente, da parte del birrificio Cantillon lo scorso Sabato 6 Ottobre. La manifestazione belga aveva lo scopo di promuovere la produzione del birrificio, specializzato nella produzione di Lambic ed altri prodotti birrari a fermentazione spontanea, preparando apposite degustazioni in abbinamento a dedicati prodotti enogastronomici.

L’evento ha una notevole importanza nel settore birrario.

Si prevede che, accanto al birrificio belga, siano presenti tre birrifici italiani. Tutti di origini piemontesi, ognuno dei quali porta con sé tre birre (per un totale di 12 birre complessivamente): Baladin con Xyauyù, Terre e Leon; Loverbeer (con Madamin, Beerbera e Beerbrugna; Montegioco (con Runa Special, Seclé e Draco).

Non solo: da mangiare ce n’è per tutti i gusti.

La presenza dell’enogastronomia italiana e la qualità della cucina nostrana, faro della cucina a livello mondiale, è stata sottolineata dal fatto che, per l’evento, i piatti e gli ingredienti selezionati per accompagnare le degustazioni birrarie sono appunto di origine italiana, piemontesi e valdostani nello specifico.

Stesso nome, stessi protagonisti, cambia la location.

Quintessence Cantillon si tiene questa volta Torino. Cambiano anche le birre. Sebbene il numero complessivo rimanga immutato (12), e l’ospite principale della serata sarà il birrificio belga, il suo Lambic e la “magia” delle birre a fermentazione spontanea (questa volta poi, per la prima volta in Italia, si assisterà alla degustazione di un Lambic maturato in anfora), la manifestazione sarà anche teatro per lo spettacolo imbastito dai 3 birrifici italiani, che hanno selezionato per l’occasione le pi particolari tra le loro produzioni.
Queste di seguito, quindi, le birre presenti: oltre al già citato Lambic, Cantillon porterà Fou’ Foune e Cuvée St. Gilloise. A seguire Tibir, Tentatripel e Demon Hunter (Montegioco), D’Uvabeer, Dama Brun-a e Beerbrugna (Loverbeer), Nazionale 2012, Xyauyù Fumè e Xyauyù Barrel (Baladin).

Insomma, Quintessence Cantillon è una sorta di bis dei grandi numeri.

Partecipazioni straordinarie saranno quelle di Jean Van Toy, mastro birrario del birrificio Cantillon, accompagnato dai mastri dei birrifici italiani (Walter Loverier di birrificio Loverbeer, Teo Musso per il birrificio Baladin e Riccardo Franzoni per il birrificio Montegioco), il principe di Pajottenland e infine gli esperti del settore, Kuaska (al secolo Lorenzo Dabove) e Luca Giaccone. Per partecipare occorre necessariamente la prenotazione, con biglietto al costo di 25 euro.

Tra birre, birrifici e presenze importanti avrò citato almeno una ventina di nomi. Al costo di un caffè ciascunoQuintessence Cantillon promette di regalare un’esperienza memorabile.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

krups-the-sub-spillatore-birra

Spillatore birra: l’esperienza The SUB

The SUB è lo spillatore birra che porta a casa il piacere della birra alla ...