corso-di-birra-artigianale-catanzaro

Corso di birra artigianale: doppio malto a chi?

Il primo corso di birra artigianale a Catanzaro, per sfatare i principali luoghi comuni della birra. Perché la birra doppio malto non esiste.

Doppio Malto a chi?“, l’irriverente claim scelto per il primo corso di birra artigianale della città di Catanzaro. Quello della fantomatica birra Doppio Malto, per esempio, è un mito farlocco: molti credono sia uno stile, in realtà è solo la definizione normativa scelta dal legislatore italiano.

L’appuntamento, in linea con quanto già ampiamente realizzato altrove, diventa eccezionale se contestualizzato alla città di Catanzaro che, nonostante la rapida crescita del mercato della birra artigianale in Italia, (anche in Calabria c’è fermento!), è rimasta finora distante dall’euforia che invece coinvolge l’intero stivale. Un corso di birra artigianale in città. E’ proprio il caso di dirsi: era ora!

Il corso nasce dalla mia necessità, in qualità di “degustatore” homemade, di approfondire le conoscenze birrarie, ed apprendere nuove tecniche di degustazione che possano aiutarmi nell’approccio alla birra, al cibo, ai loro possibili abbinamenti. Prendere maggiore coscienza, insomma, per interesse personale ma anche per avere un’esperienza più consapevole e coinvolgente.

I Modulo: Materie prime e Produzione.

Docente Eraldo Corti, titolare del beershop ‘nabbirra di Cosenza e birraio del birrificio ‘a Magara di Nocera Terinese (Cz)

II Modulo: Storia e Stili.

Docente Francesco Donato, titolare del pub/birreria Malto Gradimento di Reggio Calabria e della beer firm Calabrewers

III Modulo: Degustazione e abbinamenti birra-cibo.

Docente Antonio Cuzzola, membro dell’associazione culturale Beer Emotion

beergamott-calabrewersIl primo modulo, con gioia del sottoscritto e soddisfazione dei docenti, ha riscosso successo. A partire dalle iscrizioni, che hanno registrato il pienone, la cosa più più interessante è stata notare l’entusiasmo e l’attenzione dei partecipanti. Luoghi comuni, dicevo prima, che confermo essere molto diffusi. Ma iniziative di questo tipo nascono proprio con lo scopo di sdoganare preconcetti falsi e fuorvianti. Speriamo, nel nostro piccolo, di esserci riusciti.

Corso di birra artigianale: ecco i dettagli.

Ogni appuntamento prevede la degustazione guidata di quattro jumara-a-magarabirre. Questa volta si è lasciato ampio spazio alla crescente scenza della birra artigianale calabrese. Si parte dalla Beergamott di Calabrewers, Golden Ale da 4,2% abv ed un amaro da 30 IBU (forse qualcosina in più), modesto ma deciso. E’ una birra che esalta il legame col territorio: prevede infatti abbondante impiego di scorze di bergamotto, aggiunte in fase di bollitura. Fate spazio in frigo per l’estate, perché non potrete farne a meno.

Seconda birra è la Jumara del Birrificio ‘a Magara, Pale Ale da 6% abv. Anche in questo caso gli esteri del lievito si focalizzano verso il citrico (arance e lime) ma, complice una gradazione alcolica più terra-rossa-b94consistente, l’impianto maltato è più evidente. E’ la volta di Terra Rossa del Birrificio B94, una ESB (extra special bitter) d’ispirazione anglosassone. Amaro evidente ma non invadente, si regge bene in equilibrio tra malti e luppoli. Infine, si chiude nuovamente con ‘a Magara e la sua ‘a Magaria, Robust Porter da 7,5% abv, che si avvicina di soppiatto al mondo delle Smoked Porter: un interessante contributo affumicato, infatti, accompagna le tipiche note di malti tostati. Probabilmente la birra che ha destato maggiore interesse.

Seguire un corso di birra artigianale è come tornare a scuola, con la differenza che il materiale di studio è molto più buono.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

migliori-birrifici-americani-founders-brewing

Tra i migliori birrifici americani: Founders Brewing

La storia di oggi, dalle stalle alle stelle, è dedicata a uno dei migliori birrifici ...