dirty stop out tiny rebel

Dirty Stop Out Smoked Oatmeal Stout Tiny Rebel

Dirty Stop Out è una Oatmeal Stout con variante affumicata. Una birra sovversiva come solo Tiny Rebel sa essere.

Dirty Stop Out è l’espressione urbana (slang) utilizzata per indicare una persona che trascorre la notte in giro a combinare danni. E’ il nome scelto dal birrificio inglese Tiny Rebel per la sua Smoked Oat Stout (Stout a”avena affumicata). Al birrificio la descrivono come “una birra che possiede tutte le caratteristiche di una notte brava: complessa, scura e… annebbiata”. Viene prodotta per la prima volta nel 2012. In ricetta ci finiscono luppoli sloveni per un significativo ammontare di 50 IBU.

L’avventura chiamata Tiny Rebel inizia nel Febbraio 2012.

Ci troviamo in Galles, a Newport, nell’area industriale della città chiamata Maesglas, su una superficie di 3.000 mq. Tiny Rebel è il giocattolo nelle mani di Gareth Williams e Bradley Cummings, cognati, rispettivamente ingegnere meccanico ed elettrico. Un giocattolo col quale i due iniziarono a giocare nel garage ma che divenne ben presto qualcosa di più importante: un impianto da 10 barili, ovvero 16 hl per cotta. La loro idea è quella di brassare stili tradizionali con un tocco sovversivo. Si parte con due birre (FUBAR e Urban IPA) per raggiungere oggigiorno 7 birre standard più una miriade di stagionali.

Dal Galles alla conquista di tutto il Regno Unito.

Recentemente Tiny Rebel ha conclamato il suo successo conquistando il titolo Champion Beer of Britain con la sua impronunciabile Cwtch (Red Ale) al GBBF 2015 organizzato dal CAMRA. Oggi, forte di questi importanti traguardi, ha intrapreso un importante investimento (2.6 milioni di pounds). Obiettivo? Trasloco e ampliamento del birrificio. La nuova struttura (30 mila mq) ha decuplicato le dimensioni originali e vi ha aggiunto tap room, nuova imbottigliatrice e confezionatrice in lattine. Inoltre allo storico pub di Cardiff (Urban Tap House) se ne è recentemente affiancato un altro.

Bottiglia da 33 cl, 5% abv, lotto 1236.7.

Schiuma

Fine e compatta, di colore nocciola e aspetto cremoso; discreta persistenza e ottima aderenza.

Colore

Nero come la pece con sfumature rubino; aspetto opaco.

Aroma

All’olfatto si mostra generosa e intensa. A primo acchito si percepisce un’affumicatura tenue, memoria di un salmone. Ma a dirla tutta non manca la sfumatura torbata e l’idea di un tizzone ardente. Nel corpo c’è spazio per la materia oscura. Da una parte pane nero e frollino al cacao, dall’altra un micidiale mix di liquirizia, caffè e cioccolato fondente. Il cuore riassume quanto finora descritto e lo sublima in un unico elemento: il whisky – con sfumatura di vaniglia. Elegante.

Gusto

In bocca è smilza, dal corpo leggero e scorrevole. Scorre via velocemente e silenziosamente. Non fa rumore ma lascia comunque il segno: il lieve affumicato, “scaldato” dal calore etilico, si palesa in fondo alla gola. E da lì non si smuove più. Il profilo gustativo è tendenzialmente dolce, con la parte di malti (pane nero e frollino al cacao) corrispondente all’aroma. Si aggiungono i descrittori neri e dolci: pralina al cioccolato, brownie, cacao in polvere, fave di cacao, pan di spagna al cioccolato. In più, rispetto all’aroma, c’è qui una maggiore presenza di sfumature rosse da frutta (ribes nero, mirtilli). L’affumicato rimane sempre in secondo piano. Finale neanche troppo asciutto ma dal grande potere ripulente, reso tale dal combinato di secchezza alcolica, amarezza da tostature e leggera acidulità del caffè in chicchi. Carbonazione sottile e mouthfeel morbido e rotondo, ingentilito dalla presenza dell’avena. Retrolfatto di vino rosso (Madeira), retrogusto di cioccolato fondente. Equilibrata.

Tiny Rebel ha innescato un moto rivoluzionario, riscrivendo le regole del gioco. Dirty Stop Out ne è rimasta coinvolta: in questa birra l’anarchia regna sovrana ma il gusto rimane l’assoluta prerogativa.

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.7
Sending
User Review
0 (0 votes)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

noiz blackground oatmeal stout

Noiz Blackground Oatmeal Stout

Altra birra, NOIZ Blackground, altra corsa: ritorna sul blog il birrificio riminese NOIZ. Dopo i ...