dark-island-orkney-brewery-scottish-export

Dark Island Orkney Brewery Scottish Export

Dal caramello al butterscotch attraverso l’affumicato: Dark Island è un viaggio in terra scozzese offerto dalla Orkney Brewery.

Spesso (erroneamente?) indicata come Old Ale, Dark Island del birrificio scozzese Orkney Brewery è invece una Scottish Export. Trattasi dunque di birra scozzese, maltata e pochissimo luppolata, che dovrebbe possedere note di caramello, savoiardi e biscotti inglesi, assieme al caratteristico sentore burroso (diacetile) simile al butterscotch, una caramella a base di zucchero e burro.

Ubicato nella cornice mozzafiato delle Orcadi – arcipelago scozzese, cosa di cui va fiero -, il birrificio Orkney, classe 1988, ha vissuto un passato turbolento. Prima nel 2004, quando si fonde con il marchio Atlas e cambia provvisoriamente nome in Highland and Island Breweries; successivamente nel 2006 quando ritorna al vecchio nome. Una storia a lieto fine, dunque, se non fosse che la decisione è stata presa dal gruppo Sinclair Breweries che ne ha acquisito a sua volta la proprietà.

In ricetta luppoli First Gold ed East Kent Golding, malti Maris Otter, Crystal, Chocolate e malto di frumento. Della Dark Island esiste anche una versione Reserva da 10 gradi alcolici e passaggio in botti ex Whisky.

Bottiglia da 50 cl, 4.6% ABV.

dark-island-orkney-brewery-scottish-export-recensione

Aspetto

Colore ebano con sfumature cola e riflessi rubino in controluce. Schiuma densa, fine e compatta, cremosa, di colore beige.

Aroma

Naso pulito dominato dai malti, suddiviso per strati, o meglio per colori: in testa la parte più scura (cacao, cioccolato fondente a media percentuale), nel corpo una leggera regressione cromatica (butterscotch, biscotto, savoiardi, frollino al cacao, miele di melata di bosco). Il cuore è un arcobaleno di sentori che porta alla luce sia l’affumicato (carbone, braci) che il fruttato, soprattutto frutta rossa sotto spirito (ciliegie). Quest’ultimo è un piccolo segnale di una birra che vorrebbe essere importante – nonostante l’esile corpo alcolico – e che potrebbe giustificare la diffusa allocazione tra le Old Ale – sebbene di “vecchio” abbia ben poco.

Gusto

Corpo da medio a leggero con tratti watery, carbonazione discreta. L’impressione iniziale ricorda l’acqua addizionata allo zucchero. Per fortuna dura poco, ché subito arriva l’ondata di sapori. Diversi gli zuccheri residui ma il finale stucchevole viene evitato dalle note tostate (cacao, coffee brew, cioccolato fondente a media percentuale) e dall’alcol, presente più di quanto dichiarato in etichetta – con tanto di tepore alcolico all’altezza della gola.

L’analisi gustativa ripercorre quella aromatica: prima la parte oscura dei malti, poi il passaggio attraverso la crosta di pane, dunque il finale tra caramello e biscotto, modello Twix poco fragrante. Retrolfatto di legno affumicato, retrogusto di butterscotch. Si conferma l’impressione iniziale: Dark Island è una birra giovane e bella che però non disprezza l’eleganza della maturità.

Buia come la notte ma non fa paura. Dark Island è una birra mansueta, facilissima da bere, che non disdegna l’amaro delle tostature. In questa birra c’è tanto, forse tutto. Anzi, quasi tutto: manca una vera emozione che ricordi la Scozia.

Conosci anche tu il birrificio Orkney? Hai assaggiato la sua Dark Island?

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.7
Sending
User Review
0 (0 votes)
x

Check Also

ceres-strong-ale

Ceres Strong Ale Imperial Lager

Ceres Strong Ale è una birra d’importazione danese in stile Imperial Lager. “Tieni i tuoi ...