Coniglio-alla-cacciatora

Coniglio alla cacciatora: ricetta e abbinamento

Il coniglio alla cacciatora trasforma ingredienti umili in un piatto sublime.

Il Coniglio alla Cacciatora è una ricetta a base di carne bianca. Tipica di molte regioni d’Italia e che, proprio per questo motivo, si arricchisce di sapori e odori tipici del territorio.

Ingredienti

  • 1 carota
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cipolla
  • pomodori pachino
  • aromi (prezzemolo, rosmarino) q.b.
  • 1 peperone dolce
  • spezie (pepe nero) e olio evo q.b.
  • 1 coniglio a pezzi
  • vino bianco

Preparazione

In una teglia capiente preparare un battuto di cipolla, pomodori pachino, rosmarino, prezzemolo, aglio, carota, pepe nero e peperone dolce. Quindi riporvi il coniglio già suddiviso in pezzi. Rivoltare il coniglio nella teglia, in modo da farlo impregnare degli odori, quindi lasciare riposare per almeno 30 minuti.

Versare l’olio e iniziare a cuocere a fiamma moderata, aggiungendo un filo d’acqua, avendo cura di aggiungerne man mano che si consuma. Continuare a rosolare per circa mezz’ora, rigirando di tanto in tanto. Solo sul finale lo si lascerà sfumare col vino bianco.

Insomma, una ricetta semplicissima da preparare con pochi e semplici ingredienti, ma che farà un sicuro figurone sulla vostra tavola. Giusto per essere chiari: secondo il galateo, mangiare con le mani è scorretto. Condivisibile o meno, vi suggerisco di pensare che spreco sarebbe buttare la carne delle parti più nascoste, ed il piacere di addentare quelle più carnose e succulente. Altro che bon ton!

Coniglio alla cacciatore: abbinamento consigliato

In quanto ad abbinamenti il coniglio alla cacciatore è un piatto su cui ci si può sbizzarrire. Di solito le carni bianche si prediligono birre chiare dal corpo piuttosto esile e ben luppolata, come una Pilsner. Stavolta però alla sola cacciagione bisogna aggiungere aromi e spezie, che ne aumentano e dilatano la dimensione gustativa, rinforzando l’elemento terra. Anche una Golden Ale inglese o belga vanno bene se si vuole chiamare in causa l’alta fermentazione.

Alloro o bacche di ginepro, suggerisco una birra più strutturata, come può essere una Bock, ma in tal caso non escluderei che una Tripel non possa regalare soddisfazioni. Buon appetito!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

risotto-gamberetti-pesto-di-pistacchi-ricetta-abbinamento

Risotto gamberetti e pistacchi: ricetta e abbinamento

Il risotto gamberetti e pesto di pistacchi ammicca alle grandi cucine ma si realizza facilmente ...