brewmaster-choice-ipa

Brewmaster Choice IPA Target2000

Brewmaster Choice IPA, firmata Target 2000, distributore italiano che ha deciso di lanciarsi nel mondo della produzione di birra artigianale.

Brewmaster Choice IPA è frutto del progetto Target2000, distributore birrario che da un po’ di tempo a questa parte ha deciso di affacciarsi sul fronte della produzione, sfruttando i suoi canali per diffondere la birra commissionata a terzi. Già in passato ho avuto modo di assaggiare la sua Arcana Golden Ale. Oggi tocca invece alla Brewmaster Choice IPA.

L’ho trovata presso la catena Penny ed è la prima di due etichette che strizzano l’occhio al consumatore di birra artigianale. Ambo le ricette sono firmate da Davide Salvalaio, Birraio di Birra Amarcord – di cui ho assaggiato un’altra IPA. Leggendo le informazioni in merito al birrificio ospitante salta fuori un triangolo bislacco: distributore riccionese, birraio veneziano e stabilimento produttivo pugliese (Apecchio). Strane le politiche commerciali!

Una birra “didattica” se mi passate il termine, che sfrutta l’etichetta per comunicare col consumatore informandolo sul numero di IBU (50), il bill grist (Pils, Cara Pils, Caramel, Munich II) e luppoli utilizzati (Willamette con dry hopping di Cascade).

Il birrificio/distributore la consiglia in abbinamento a: frittura mista di pesce, panini farciti con affettati, formaggi semistagionati e verdure fresche (pomodori e lattuga), per l’aperitivo in genere o da bere con primi piatti leggermente piccanti o speziati.

Bottiglia da 33 cl, 5.8% ABV, lotto 3521801.

brewmaster-choice-ipa-recensione

Aspetto

Colore ambrato con riflessi dorati, aspetto perfettamente limpido. Alla mescita esplode in una schiuma alta, compatta, fine e persistente, di aspetto cremoso e colore avorio.

Aroma

Il naso enfatizza i luppoli ma pecca di intensità, che risultano fiacchi. Carattere da American Pale Ale, citrico con note di buccia d’arancia e leggero pompelmo. Il malto fa da architrave (crosta di pane, toast, cereali), mentre nel cuore aromatico si rinvengono leggerissime tracce di caramello. Sussulti di alcoli superiori, sia speziati (pepe) che floreali (gelsomino, borragine) invitano a non prendere alla leggera il contenuto.

Gusto

Corpo medio, carbonazione medio/leggera, sensazione tattile morbida e rotonda. Il gusto riprende quanto emerso al naso, con un livello di intensità simile. In testa si collocano i lasciti agrumati dei luppoli, qui con la buccia d’arancia ben marcata. Sotto il profondo amaro si nasconde un tappeto di malti chiari, con sfumature di caramello. Finale secco, privo di zuccheri residui, che svolge a dovere il ciclo dissetare-riassetare, costringendo a vuotare il bicchiere rapidamente. Un lascito speziato dei luppoli solletica la lingua e lascia addurre a un lieve piccante. Retrogusto di buccia d’arancia, retrolfatto leggermente tostato con sentori di crosta di pane.

Brewmaster Choice IPA: conclusioni.

Brewmaster Choice IPA è una birra bilanciata, amara ma senza eccessi, che saprà accontentare chi è in cerca di luppolo. Però attenzione: sia cauto chi si accinge ad assaggiarla dopo essersi fatto ammaliare dalle straluppolate. Qui prevale il luppolo da aroma, non quello da amaro.

A ogni modo non male, soprattutto per il prezzo conveniente. L’avevo detto che la birra del supermercato può riservare piacevoli sorprese!

Conosci anche tu il progetto Target2000? Hai assaggiato questa Brewmaster Choice IPA?

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.8
Sending
User Review
3.5 (2 votes)
x

Check Also

mc77-ape-regina-belgian-blond-ale

MC-77 Ape Regina Blonde Ale al miele

Ape Regina è una Belgian Blond Ale aromatizzata con miele di Acacia. Ape Regina, nomen ...