Birrificio Indipendente Elav: birra a suon di musica

Le birra del Birrificio indipendente Elav sono un concentrato di creatività, ognuna dedicata a un genere musicale.

Birra e musica sono il pane quotidiano alla corte del Birrificio Indipendente Elav.  Lontani da schemi e convenzioni, gli Elav Boys&Girls vivono a botte di luppolo per endovena, con un’innata passione musicale a fare da cornice, quella indie per la precisione, priva di legami con le case discografiche. La stessa indipendenza dal mondo commerciale per la quale merita di essere bevuta la birra artigianale. Il birrificio nasce nel 2010 a Comun Nuovo (BG). Dopo le presentazioni di rito fatte in occasione della loro passata Festa di Primavera, passo subito a raccontarvi una delle mie passioni: le etichette birra!

celtic-mater

Partiamo dalla Celtic Mater, una leggera (4,5% abv) Koelsh d’ispirazione tedesca, prodotta con malti Pils, Pale e luppoli americani Magnum e Simcoe, che le offrono un importante contributo fruttato ad accompagnare il (nobile) luppolo ceco Saaz.

elav-punks-do-it-better

Questa Punks do it Better è la riuscitissima label che riprende il celebre album punk dei Sex Pistols, God Save The Queen. Si tratta di una Pale Ale molto beverina nei suoi 4,3 gradi alcolici. La ricetta prevede malti Pale, Monaco e Crystal, mentre i luppoli sono EK Goldings, Cascade, Amarillo, utilizzati anche in dry hopping (fase di fermentazione).

indie-ale-elav

Indie Ale, di nome e di fatto, sottolinea la grande passione del Birrificio per questo genere musicale. Etichetta semplice, con un colore che ricorda il “profumo estremamente fruttato”, ricco di frutta tropicale, con il gusto caramellato tipico delle birre ambrate a supporto. Una American Amber Ale prodotta con malti Pils, Monaco e Crystal, ed una generosa luppolatura a base di Columbus, Centennial, Sorachi Ace, Simcoe, Bramling X e Citra. Serve altro?

grunge-ipa

Identico stile minimale per la Grunge IPA, ispirata all’omonimo genere musicale del quale i Nirvana furono una delle più celebri icone. Carattere rude e graffiante, quello di chi non ha paura di dire le cose come stanno. La scritta “Smells like beer spirit” rappresenta elogio al gruppo musicale ed al loro famoso album.

raggae-stout-elav

Nera, animo black come il genere musicale di derivazione Jamaikana, la Reggae. Reggae (naturally mystic) Stout appartiene all’omonimo stile delle birre scure e tostate, nello specifico una Dry Stout super beverina da 5 gradi alcolici, prodotta con un solo luppolo (Fuggle, inglese) e malti Pale, Chocolate, Roasted Barley, con l’aggiunta di Fiocchi d’Orzo.

techno-double-ipa-elav

Si cambia quasi completamente influenza musicale varcando il confine del “rave party”, quello che si manifesta a botte di sintetizzatori e frequenze digitali, con ritmi che si aggirano sui 160 bpm. Stile musicale estremo, la Techno, per una birra anch’essa estrema nella sua robusta gradazione (9,5% abv), che la classifica giustamente come Double IPA. Un solo malto chiaro, Pale, e abbondanza di luppoli: Chinook, Simcoe, Nelson Sauvin, Centennial, utilizzati anche in dry hopping, “scatenano un rave party extrasensoriale”.

dark-metal-whiskey-edition-2012-elav

Chiudiamo questo primo assaggio (visivo) offerto dal Birrificio Indipendente Elav con l’ultima delle stabili, la più cupa delle etichette, dark come lo stile musicale che ne ha offerto l’ispirazione. Dalla Metal music esce fuori la Dark Metal, una Imperial Stout (toh, che coincidenza: mentre scrivo conto 666 caratteri!!!) da 8,5% abv. Sul sito citano “Una miscela di sei malti”, spalleggiati dal luppolo americano Chinook.

Provati da questa folle corsa senza sosta nel mondo del Birrificio Indipendente Elav? Vi lascio riposare, ve lo meritate. Ma siate pronti: le etichette non sono mica finite qui! 😉 La mia preferita è certamente la Punks (sono cresciuto a suon di Clash). La vostra, invece?

Conoscete Elav? avete provato le sue birre?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

brasserie sainte helene etichette

Sainte Helene Brasserie: la birra è donna

La Brasserie Sainte Helene elogia la bellezza femminile. Ricordo bene il primo incontro con la Brasserie ...