birra-messina-ai-cristalli-di-sale

Birra Messina ai cristalli di sale di Sicilia

Birra Messina ai Cristalli di Sale è prodotta con cristalli di sale siciliani.

Un’operazione di rilancio commerciale bell’e buona: Birra Messina ai cristalli di sale è frutto dell’accordo tra l’azienda siciliana – oggi non più italiana – e Heineken. Un accordo che preserva la produzione in Sicilia, negli stabilimenti di Massafra e Messina.

Non è la prima volta che i due nomi si leggono vicini. In passato (1988) è stata proprio Heineken a ridare vita allo storico marchio Birra Messina, progetto nato dall’impegno imprenditoriale di una cooperativa di quindici operai.

Oggi, ancora una volta, per riportare l’attenzione su un marchio in difficoltà – incredibile ma vero anche l’industria deve lottare per difendere il proprio mercato – arriva questa proposta assai singolare, realizzata con cristalli di sale delle saline di Trapani.

Ovviamente la birra col sale esiste da molto tempo prima e le Gose di Lipsia ne sono le testimoni. Semplicemente è la prima volta che una birra salata si introduce audace tra gli scaffali del supermercato.

Bottiglia da 50 cl, 5% ABV, lotto 9264380S. Birra disponibile su Beerwulf.

Aspetto

Colore paglierino, aspetto limpido, cappello di schiuma abbondante dalla trama fine e compatta, colore bianco e mediamente persistente.

Aroma

Il naso interrompe la magia, rivelandosi alla stessa stregua di qualsiasi birra a bassa fermentazione. Dei cristalli di sale non rinvengo traccia. Intensità medio/bassa, radi sentori di cereale, brioche, cracker. Fanno da corredo sottili aromi di fiori di campo e un luppolato più dank che erbaceo di nobili origini. Suggestione a parte il bouquet aromatico è attraversato da una vena d’agrumi.

Gusto

Corpo medio, carbonazione elevata, sensazione tattile morbida e rotonda. Stavolta c’è maggiore complessità, assieme a una consistenza gratificante. E finalmente acquista un senso l’ambaradan in etichetta circa i fantomatici cristalli di sale impiegati, che danno alla birra una piacevole sapidità di fondo. Inoltre il sale persiste sulle labbra dopo la deglutizione, aumentando il piacere.

Gusto in linea con l’aroma. Tendenza dolce a cromatura chiara (cereali, cracker, pasta frolla). Leggerissimi sentori citrici, qualche accenno floreale che adduce al miele millefiori, amaro ammansito dal sale, sottile quanto basta per bilanciare la bevuta. Chiude poco attenuata, retrogusto appannaggio dell’arancia.

Birra Messina ai cristalli di sale: conclusioni

Birra Messina ai cristalli di sale è una birra di pregevole fattura e discreta complessità. Gusto più in forma dell’aroma, con la connotazione sapida a renderla speciale. Una birra timida che potrebbe rivelarsi un utile alleato in abbinamento al cibo.

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.4
Sending
User Review
3 (2 votes)

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

malvagia-italian-grape-ale-birrificio-brewnerd

BrewNerd Malvagia Italian Grape Ale

BrewNerd Malvagia Italian Grape Ale è un omaggio al mondo del vino, presente nel 20% ...