birra-epica-cerere

Birra Epica Cerere Weissbier

Birra Epica Cerere è una Weizen dedicata a Cerere, antica dea dell’agricoltura e della birra.

Altra recensione dedicata a Birra Epica, birrificio siciliano con sede Sinagra in provincia di Messina, nel cuore dei monti Nebrodi. Epica Cerere vuole essere un omaggio alla Sicilia più rurale, fatta di lavoro nei campi e di ciò che si ricava da essi, ma anche alla sua storia e all’antica cultura politeista. Cerere è infatti l’omonima Dea delle messi, dell’agricoltura e, nella fattispecie, della birra.

Quello delle Weizen è infatti uno stile caratterizzato dall’abbondante impiego di malto di frumento, un cereale che trova largo impiego anche nella panificazione. Qui si utilizzano varietà di provenienza siciliana. La firma è ovviamente quella del lievito Weizen.

Il birrificio la consiglia in abbinamento a: formaggi freschi, anche speziati e aromatizzati. Carni bianche, crudi e affumicati di pesce. Verdure grigliate e alla brace. Io aggiungo che si sposa molto bene con i fritti e le preparazioni a base di uova. Provare per credere.

Bottiglia da 33 cl, 5.2% ABV.

Aspetto

Colore paglierino e aspetto insolitamente limpido che lascia supporre un’operazione di filtraggio/centrifuga. Effervescente. In testa un’abbondante schiuma bianca e persistente.

Aroma

Abbondante speziato che riconduce al caratteristico chiodo di garofano, impreziosito da un leggero pepato/erbaceo più defilato. Il fruttato (banana) gioca al vedo-non-vedo: coerentemente con l’aspetto limpido abbiamo di fronte un esemplare di Weizen che favorisce i fenoli speziati rispetto agli esteri fruttati. Per fortuna c’è l’arancia a rimpolpare la frutta, che porta con sé effluvi floreali (citronella). Al frumento rimane un lavoro di fino, aggiungendo profumi di panificati in genere e leggero miele di arancio. 

Gusto

Corpo medio/leggero, carbonazione medio/alta, non straordinaria ma sufficiente a solleticare la lingua. In bocca si assiste al gradevole scambio di battute tra gli esteri e fenoli, entrambi meno vivaci rispetto al naso. La sensazione boccale è abbondante, ben più di quanto il corpo lasci intendere, grazie al suffragio di bollicine e della diffusa dolcezza. Stavolta si percepisce anche una traccia di vaniglia. L’aranciato partecipa ai giochi e alcune tracce di luppolo (pepe, spezie) resistono in sottofondo. La piacevole cremosità non impedisce un finale andante sul secco, manchevole di netta asprezza citrica ma comunque rinfrescante.

Birra Epica Cerere: conclusioni.

Birra Epica Cerere centra l’obiettivo. Meno bananosa e più fenolica del solito, saprà accontentare chi preferisce profumi e sapori speziati a quelli fruttati. Stucchevolezza lontana anni luce, citrico di frutta e frumento assolvono appieno all’opera di bilanciamento. Il risultato è tutto da bere.

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
4.1
Sending
User Review
0 (0 votes)
x

Check Also

birrificio del ducato luna rossa

Birrificio del Ducato Luna Rossa Flemish Red Ale

Birrificio del Ducato Luna Rossa è un blend con base Flanders Red Ale in cui ...