birra-baladin-beermouth

Birra Baladin e il Beermouth che non c’era

Per passare dal tradizionale Vermouth all’innovativo Beermouth ci voleva un colpo di genio. Un genio chiamato Teo.

Quella del Beermouth è una favola dei tempi moderni. Mentre Peter Pan sorvolava i cieli di Londra alla ricerca dell’Isola che non C’è, Matterino Musso, per gli amici Teo, l’Isola che non C’è se l’è inventata. Il visionario birraio e imprenditore piemontese riesce ancora una volta dove altri non osavano ardire: trasformare la tradizione in innovazione, creando qualcosa di assolutamente nuovo, ovvero il Vermouth di birra. Stavolta poi l’ha fatta grossa: si è inventato una categoria merceologica ex novo.

Ogni cosa ha il suo tempo.

Omnia tempus habent. Questa locuzione latina si trova scritta in etichetta e significa ‘ogni cosa ha il suo tempo’. Un modo simpatico per ricordarci che la fretta è cattiva consigliera. Base Xyauyù, la pluripremiata birra della casa in stile Barleywine, assieme a 13 botaniche (erbe e spezie) estratte attraverso due tecniche innovative (ultrasuoni e distillazione sottovuoto a basse temperature). Et voilà, ecco a voi il Beermouth. Ma è davvero tutta “colpa” di Teo? Nì, perché stavolta c’è anche lo zampino di due esponenti di spicco del mondo dei distillati: Dennis Zoppi come bartender e Giacomo Donadio come esperto della miscelazione. Come si dice nel gergo, un prodotto a sei mani.

Si fa presto a dire Beermouth ma cos’è il Vermouth?

Facciamo un passo indietro prima di esplorare territori sconosciuti. Cos’è il Vermouth? Mi limitavo a chiamarlo vino liquoroso. Ed effettivamente è questa la sua categoria di appartenenza, ma ovviamente c’è di più. Il Vermouth è un prodotto tipico piemontese, nativo di Torino e molto identitario, divenuto indicazione geografica registrata nel 2017.

Il Vermouth è un distillato composto da un fermentato di base fortificato con un’infusione di alcol, zucchero e botaniche aromatiche. Quali botaniche? Bé, c’è praticamente l’imbarazzo della scelta. Onnipresente l’assenzio, menzione d’onore alla genziana, dopodiché l’unico limite alla scelta delle botaniche è la fantasia. Cannella, cardamomo, china, coriandolo, fave di Tonka, noce moscata, rabarbaro, vaniglia e così via, sino ad arrivare a oltre 40 botaniche disponibili.

La botanica principale rimane però l’artemisia, erba medicinale molto diffusa in Piemonte al cui nome tedesco (Wermut) il Vermouth deve il nome. Solitamente erbe e spezie sono lasciate macerare per un mese prima di miscelare l’estratto con alcol e il 75% di vino. Ecco, il Beermouth segue le stesse regole ma si concede una licenza poetica: sostituire il vino con la birra e utilizza un totale di 13 botaniche.

Bene, adesso che ne sappiamo qualcosa in più è giunto il tempo di stappare!

Bottiglia da 50 cl, 19% ABV, lotto B001.

birra-baladin-beermouth-recensione

Aspetto

Elegante colore ambrato carico tendente al cola, venato di rubino. Aspetto limpido e schiuma assente. Il tenore alcolico è intuibile dalla viscosità del liquido e dalle “gambe” che si formano ruotando il liquido nel bicchiere.

Aroma

Naso intenso al punto da stuzzicare le narici non appena si stappa la bottiglia. Aroma ricco di erbe, parzialmente balsamico, con tanti profumi precursori di dolcezza. C’è anche una buona dose di calore, lo stesso che ricorda il vino liquoroso. Della birra rimane il corpo aromatico: tanti malti (caramello, toffee, pan di spagna, marzapane, stomatico – dolce tipico di Reggio Calabria preparato con un impasto di zucchero caramellato) e anche delicate tostature (crosta di pane e biscotto). L’apice si raggiunge quando si entra in territorio agrumato, con sentori prima di arancia candita e poi di chinotto, planando verso suggestioni di liquirizia. Il volo pindarico si conclude in territorio speziato, dove si rinvengono tracce di pepe e zenzero. Leggere divagazioni sul tema legno e suggestioni di frutta rossa sotto spirito, in particolare ciliegie e amarene. I saluti di commiato sono a opera della frutta secca (mandorla e Amaretto).

Gusto

Corpo leggero, mouthfeel vellutato, morbido e avvolgente, carbonazione nulla. Inizialmente si ha la sensazione che il liquido avvolga le pareti boccali, dopodiché il Beermouth rilascia i suoi golosi zuccheri (caramello, toffee, zucchero e arancia canditi, miele di arancio). La dolcezza si arricchisce gradatamente di sfumature floreali (fiori d’arancio). Subito dopo arriva la carezza alcolica, calda, suadente. Retrolfatto ricco di note tostate, biscottate e caramellate assieme – hai presente lo snack Twix? Le botaniche risiedono in sottofondo, leggermente balsamiche (rabarbaro, anice, zenzero), strette nel dolce abbraccio del miele. Insomma, inizia all’insegna del dolce e si conclude allo stesso modo, dopo aver raggiunto un picco amaro di agrumi.

Ecco, a rendere gradevole il Beermouth è la capacità di tenere a freno la pronunciata dolcezza. La stucchevolezza non si vede neanche col binocolo e dopo ogni sorso si torna indietro puliti alla posizione di partenza. Non è il classico Amaretto e neppure il più audace Irish Mist – whiskey irlandese al miele. Il Beermouth è semplicemente il Beermouth e berlo è come mangiare un biscotto di zucchero caramellato arricchito da piante officinali.

Dopo un assaggio in purezza ho voluto assaggiarlo on the rocks, ovvero con l’aggiunta di un cubetto di ghiaccio. Al naso aumenta la freschezza balsamica delle erbe (sciroppo di liquirizia, anice, rabarbaro, finocchio) mentre in bocca il corpo si alleggerisce, si “rinfresca” e assume la parvenza di un cocktail di frutta a pasta arancio (melone, arancia, mandarino, pesca) con la borragine a decorare.

C’è tanto in un sorso di Beermouth: la tradizione del distillato tipico piemontese e l’innovazione del birrificio Baladin. Il risultato è una miscela portentosa, da abbinare ad altri liquori ma anche da solo con sé stesso.

Hai assaggiato anche tu il Beermouth? Cosa ne pensi?

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
4
x

Check Also

dark-island-orkney-brewery-scottish-export

Dark Island Orkney Brewery Scottish Export

Dal caramello al butterscotch attraverso l’affumicato: Dark Island è un viaggio in terra scozzese offerto ...