birra dell'anno 2016 fabbrica birra perugia

Birra dell’anno 2016: risultati e novità

Birra dell’Anno 2016 regala emozioni. Tra vecchie e nuove conoscenze ce n’è veramente per tutti i gusti.

Mentre Beer Attraction prosegue a porte chiuse possiamo già trarre le somme di quello che è stato l’evento più importante della manifestazione, perlomeno per gli appassionati di birra artigianale. Si è infatti concluso Birra dell’Anno 2016, concorso organizzato dall’Associazione culturale Unionbirrai, giunto quest’anno all’11esima edizione. Oggi è tempo di dare uno sguardo ai risultati. Partendo dagli auguri ai giovanissimi ragazzi di Fabbrica Birra Perugia, che sono riusciti a portarsi a casa il titolo di Birrificio dell’Anno – riconosciuto al birrificio che ottiene il maggior punteggio cumulato tra tutte le categorie in gara.

Birra dell’Anno 2016: i risultati delle 26 categorie.

Cat.1) Chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione tedesca e ceca.
1°Birrificio BiRen – Philippe
2°Birrificio Rurale – 405040
3°Birrificio Manerba – La Bionda

Cat. 2) Chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico di ispirazione angloamericana
1°Birra dell’Eremo – Nobile
2°Birra Perugia – Golden Ale
3°Crak Brewer – Mundaka pari merito con
3°Birra Perugia – Perujah

Cat. 3) Alta e bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione tedesca e ceca
1°Birrificio BiRen – Renazzenfest
2°Birra del Doge – Dunkel
3°Anbra Anonima Brasseria Aquilana – Black Diamond

Cat. 4) Alta e bassa fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione tedesca
1°Mukkeller – Devastator
2°Birrificio 4 Mori – Pozzo 5
3°Birrificio Italiano – Amber Shock

Cat. 5) Alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione anglosassone
1°Birrificio Doppio Malto – Rust Ale
2°Birrificio Abusivo – Illecita
3°Birrificio Alkibia – Agathis

Cat. 6) Chiare e ambrate, alta fermentazione, basso/medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione anglosassone (IPA)
1°Birra Perugia – Suburbia
2°Birrificio Valcavallina – Alba Rossa
3°Birrificio Mostodolce – Elio’s Fifty

Cat. 7) Chiare e ambrate, alta fermentazione, basso/medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione americana (APA, American IPA)
1°CRAK Brewery – Guerrilla
2°Foglie d’Erba – Babèl
3°Eternal City Brewng – Urbe

Cat. 8) Chiare e ambrate, alta fermentazione, alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana
1°Birrificio dei Castelli – Extrema Ratio
2°Birrificio Menaresta – La Verguenza
3°Mukkeller – Hattori Hanzo

Cat. 9) Specialty IPA
1°Birrificio della Granda – Black Hop Sun
2°Eastside – Seranera
3°Birrificio Rurale – Saison Quatre

Cat. 10) Strong Ale di ispirazione angloamericana
1° non assegnato
Birrificio Artigianale Veneziano – Furia
3°Birrificio – Rubiu Centesima

Cat. 11) Scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, d’ispirazione angloamericana
1° Birrificio Mostodolce – Blackdoll
2° Hilltop Brewery – Gallagher Stout
3° Foglie d’Erba – Hot Night at The Village

Cat. 12) Scure, alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione angloamericana
1° Birrificio dell’Aspide – Zarina
2° White Dog Brewery – R.I.P.
3° Birrificio dei Castelli – Calix Niger

Cat. 13) Alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione angloamericana (Barley Wine)
1° Birrificio Baladin – Xyauyù Kentucky
2° Birrificio Birranova – Tensione Evolutiva 2014
3° Piccolo Birrificio Clandestino – Fortezza Nuova pari merito con Birrificio Retorto – Malalingua

Cat.14) Birre con frumento maltato, di ispirazione tedesca
1° Birrificio Statalenove – Zenit
2° Batzen Brau – Weissen Bock
3° Anonima Brasseria Aquilana – Weizen

Cat. 15) Chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione belga
1° Birra Flea – Biancalancia
2° Birrificio Batzen – Wisser Bock
3° Birrificio Bibibir – Witaly

Cat. 16) Saison
1° Birra Barbaforte – Quadro
2° Birrificio ‘A Magara – Saison Saison
3° Birrificio di Cagliari – Meli Marigosu

Cat. 17) Chiare, alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione belga
1° Birrificio Manerba – La Rocca
2° Birrificio Lungosorso – Fiamminga
3° Birrificio del Forte – La Mancina

Cat. 18) Scure,alta fermentazione, alto grado alcolico, di ispirazione belga
1° MC-77 – Ape Regina in Inverno
2° Birra Eretica – Balurdon
3° Birrificio Giratempo – Yule

Cat. 19) Spezie, caffè e cereali, alta e bassa fermentazione
1° Birra Flea – Noel
2° Birrificio Doppio Malto – Cacao Ipa
3° Birrificio Un Terzo – King Enri

Cat. 20) Affumicate, alta e bassa fermentazione
1° Birrificio Beer In – Rata Vuloira
2° Birrificio Lariano – Raku
3° Birrificio Baladin – Xyauyù Fumè

Cat. 21) Affinate in legno, alta e bassa fermentazione
1° Birrificio Baladin – Xyauyù Barrel
2° Birrificio Baladin – Lune
3° Birrificio del Ducato – L’ultima Luna

Cat. 22) Birre alla frutta, alta e bassa fermentazione
1° Birra MOA – Pink Ale
2° Birrificio La Fenice – Orceana
3° Birrificio Via Priula – Morosa

Cat. 23) Birre alla castagna, alta e bassa fermentazione
1° Birra Aleghe – La Brusatà
2° Birra del Borgo – CastagnAle
3° Birra Dulac – La Maron

Cat. 24) Birre Acide
1° Birra Perugia – Isterica
2° Birrificio del Ducato – Beersel Morning
3° Birrificio Baladin – Nora Sour

Cat. 25) Birre al Miele
1° Birrificio Agricolo La Diana – Ester
2° Birrificio Rurale – Oasi
3° Birrificio La Gastaldia – Melita Bio

Cat. 26) Italian Grape Ale
1° Birra del Borgo – L’Equilibrista
2° Birrificio Brùton – Limes vendemmia 2014
3°Birrificio Sorrento – Ligia

E adesso qualche commento in calce.

Come ogni anno – è successo anche l’anno scorso – la cosa più interessante di questo concorso è l’imprevedibilità dei risultati. Saranno le birre in gara, sempre diverse, ma anche Birra dell’Anno 2016 ha acceso le luci dei riflettori su tanti birrifici indipendenti italiani molto poco mainstream. Personalmente è una cosa che apprezzo, in quanto significa che la birra artigianale non è appannaggio di pochi. E che, com’è giusto che sia, tutti hanno diritto al suo famoso quarto d’ora di celebrità. Non avendo potuto – ahimè – partecipare, né tanto meno avendo avuto il piacere di assaggiare qualcosa, i miei commenti sono motivati solo in funzione delle informazioni di settore.

Baladin, checché se ne dica, continua a fare birre da podio. Non saranno birre da tutte le ore ma ognuno si specializza dov’è più bravo.

Le IGA mi lasciano perplesso. Delle birre in podio ricordo l’ottima Limes, mentre l’Equilibrista bevuta a Birraio dell’Anno appena un mese fa e non mi era sembrata così in forma.

Rurale raccatta tre medaglie con birre neanche tra le più classiche. Chi lo dice che la birra artigianale è roba da giovani? Questi “vecchietti” fanno le scarpe a tutti!

Strong Ale d’ispirazione angloamericana: primo posto non pervenuto. Dove sono finiti gli avversari?

Cr/Ak Brewery si piazza sul podio di due categorie. Dicono che nel passaggio da beer firm a birrificio abbia fatto più marketing che resto. A quanto pare queste sono solo le opinioni dei soliti maligni.

Argento per la SaisonSaison del Birrificio ‘A Magara. Per il secondo anno di fila ‘A Magara e la Calabria c’i sono! Considerando anche i piazzamenti di Birrificio di Cagliari, Birrificio dell’Aspide, Birranova – e sicuramente altri – tutto il Meridione è ben rappresentato.

E per concludere: mi piange il cuore per non esserci stato. Ragazzi, non vi sono mancato? Il prossimo anno prometto di esserci!

Anche Birra dell’Anno 2016 è stato archiviato. Adesso si prospetta un altro anno di fermento tutto italiano.

E tu sei stato a Birra dell’Anno 2016? cosa te ne è sembrato? quali birre ti hanno colpito maggiormente?

x

Check Also

game-of-thrones-yorkshire-heart-brewery-beer

Game of Thrones: dall’Inghilterra quattro nuove birre

Dopo l’americano Ommegang, anche l’inglese Yorkshire Heart crea birre dedicate a Game of Thrones. Tutti ...