anton dreher vienna lager

Anton Dreher: inventore delle Lager al caramello

Anton Dreher, membro della famosa famiglia birraria, fu padre di un intero stile: le Vienna Lager.

Anton Dreher è un nome che ti suona familiare? Esatto, è quello della famosa birra italo-austriaca, quella che dalle mie parti pronunciano “dregher”. Ma oggi voglio parlarne non tanto per le sue importanti radici brassicole, quanto piuttosto per il contributo donato all’intera storia birraria. Nel 1840 ebbe la geniale idea di unire i lieviti a bassa fermentazione – a quei tempi una novità – con i malti leggermente caramellati da poco divenuti disponibili. Darà vita a quelle che verranno successivamente chiamate Vienna Lager. Non solo. Cronologicamente parlando le Vienna hanno preceduto le Pilsner di Josef Groll – considerate il primo esemplare di birra a bassa fermentazione – per cui rappresentano di fatto il primo esemplare in assoluto di birra Lager.

Paradosso: il padre delle Vienna non nacque a Vienna.

Anton Dreher nacque nella città di Schwechat il 7 Maggio 1810. Il padre, Franz Anton Dreher, morirà nel 1820, lasciandogli in regalo un giocattolo niente male: il birrificio di famiglia (Schwechat Brewery). Per il giovane Anton è ancora troppo presto per ereditare l’azienda. E’ invece tempo di studiare. Lo fa raccogliendo esperienze birrarie in giro per l’Europa, in particolare in Inghilterra: Birmingham, Liverpool, Manchester, Sheffield e Newcastle. Destino volle che proprio in Inghilterra facesse la sua comparsa una nuova macchina per la tostatura dei malti. Sarà lei la chiave di volta per la creazione del nuovo stile.

Dalla fiamma diretta all’aria calda. E il malto ringrazia.

Prima dell’invenzione della suddetta macchina i malti venivano tostati a fiamma diretta,.Il che conferiva loro colore scuro e profilo organolettico deciso, talvolta persino affumicato. L’aria calda cambiò le regole del gioco:rese possibile tostare i malti lasciandoli chiari e organoletticamente delicati. Anton Dreher osserva la nuova tecnologia inglese e assorbe come una spugna. Così al suo rientro in Austria seppe cosa fare. La sua idea fu quella di unire la fragranza tipica della bassa fermentazione al dolce e velleitario sapore di caramello. Prima produrrà un nuovo malto chiaro e leggermente caramellato, battezzandolo Vienna. Poi con quello stesso malto, produrrà una birra. Per coerenza chiamerà Vienna anche lei – in origine erano dette Schwechater Lagerbier.

Dalle stelle alle stalle. E poi nuovamente stelle.

Nel giro di poco tempo lo stile Vienna diventa orgoglio brassicolo nazionale. Purtroppo, già 60 anni dopo, la sua luce si è sbiadita. Finché la Prima Guerra Mondiale lo metterà definitivamente ko assieme all’intera nazione. Il salvagente arriverà da molto lontano, precisamente da oltreoceano: nientepopodimeno che dal Messico. Tra Austria e Messico, infatti, c’è un legame che affonda le radici nella storia. Ai tempi del Secondo Impero messicano, infatti, salì al potere Massimiliano I, membro della famiglia reale austriaca. Il suo regno durò appena 3 anni ma fu sufficiente per seminare interesse nei confronti della birra austriaca. Cosicché nel tempo in Messico si provò a replicare la ricetta tipica del Paese. Le Vienna Lager, appunto.

Oggi il mito delle Vienna rivive oltreoceano.

Dopo il declino nazionale, le Vienna torneranno in auge in Messico, sebbene in una condizione leggermente diversa dal previsto. Qui mais e altri surrogati dell’orzo entrano prepotentemente in ricetta. Ma la vera consacrazione dello stile arriva nel 1920 in Città del Messico: apre i battenti il famoso birrificio Modelo (membro del gruppo AB-InBev e produttore della famosa Corona). Sarà lui a produrre la celebre Negra Modelo, diventata quasi la madre di tutte le Vienna Lager. In questo modo le Vienna furono definitivamente salve e vissero una nuova Primavera. Anton Dreher ne sarebbe stato contento. Purtroppo non potè prendere parte alla festa: morirà il 27 Dicembre 1863.

Anton Dreher ha lasciato il segno nella storia birraria. Quanto è accaduto all’omonima birra non lo riguarda. La sua vera eredità è un’altra e si chiama Vienna Lager.

Conoscevi la storia di Anton Dreher? Sei uno di quelli amanti delle Vienna Lager?

x

Check Also

emil christian hansen carlsberg bassa fermentazione

Emil Christian Hansen: padre della bassa fermentazione

Emil Christian Hansen isolò il lievito a bassa fermentazione, rivoluzionando per sempre l’industria birraria. In ...