almond-22-grand-cru-recensione

Almond 22 Grand Cru Belgian Dubbel

Almond 22 Grand Cru è la birra che il birraio Jurij Ferri dedica a Grande Inverno.

Almond 22 Grand Cru è un modo diverso di dire “Winter is coming”. Questa espressione, diventata un mantra tra i fan – come me – del cult “Il Trono di Spade”, si presta perfettamente a questa birra. Non ho idea se Jurij Ferri sia o meno un fan della serie, fatto sta che questa Almond 22 Grand Cru è dedicata al Grande Inverno e soprattutto ai freddolosi che, nelle notti fredde, abbisognano delle calde coccole di una birra robusta.

Nata come birra stagionale invernale ma è diventata praticamente subito una produzione annuale. Almond 22 Grand Cru è una birra in stile Dubbel, uno stile che è sodalizio tra malti e complesso mix di esteri fruttati e fenoli speziati dei lieviti belgi, prodotta però con qualche licenza poetica. A caratterizzarla sono infatti le spezie, le stesse del pan di zenzero Svedese (Pepparkakor, tipicamente prodotti con zenzero, cannella, cardamomo e chiodi di garofano assieme a melassa).

Il birrificio la consiglia in abbinamento a: robiola di Roccaverano, formaggi a pasta morbida di media stagionatura, carni bianche e piatti vegetariani o di pesce a base di curry. Non mancano abbinamenti arditi come quello con la pizza Hawaiana (Margherita con ananas e prosciutto cotto!).

Bottiglia da 33cl, 7% ABV, lotto 5 con scadenza Gennaio 2021.

almond-22-grand-cru

Aspetto

Bottiglia non impeccabile, affetta da gushing. Schiuma densa e a grana fine, di colore crema, pannosa, alta, incollata alle pareti del bicchiere. Colore bruno, tonaca di frate con riflessi ambra e aspetto leggermente opaco.

Aroma

Al naso prevale il carattere maltato, precursore di dolcezza gustativa. Crosta e mollica di pane, biscotto, caramello, toffee. Il tutto corredato da esteri speziati (pepe, zucchero candito bruno). Il cuore ritorna invece sul maltato, questa volta più morbido, richiamando alla mente prima memorie di marzapane e poi note speziate da birra brulé (cannella, chiodi di garofano, cardamomo, buccia d’arancia). L’aumentare delle temperature esalta l’alcolicità che si esprime sotto forma di liquore Amaretto.

Gusto

L’assaggio sconta l’effetto gushing: carbonazione pressoché assente e consistenza che si avvicina all’essere watery, nonostante il corpo medio e il mouthfeel avvolgente, morbido. Immediata la sensazione di tepore etilico in sottofondo, che dal post deglutizione si sofferma sulla lingua, piacevolmente stuzzicata da note piccanti di zenzero.

Almond 22 Grand Cru conferma la tendenza dolce ipotizzata al naso. Ingresso abboccato ma pesantezza e stucchevolezza evitate grazie al finale asciutto, reso tale dall’effetto igroscopico dell’alcol che ricorda ancora una volta l’Amaretto e stavolta anche l’edulcorato balsamico di uno sciroppo alla liquirizia. Le emozioni gustative hanno il sapore di caramello e biscotto, distogliendo l’attenzione dal mondo delle mistiche Dubbel belghe e dando l’impressione di essere di fronte a una più umana Bock tedesca che non ha ancora raggiunto il livello “pane liquido”. Accenni di frutta rossa e/o sciroppata (mirtilli, amarene) e delicatissime tostature che ricordano le nocciole fresche e il cioccolato fondente a media intensità. Retrolfatto di pepe e marzapane.

Almond 22 Grand Cru è un tributo liquido all’inverno. La speziatura gioca sull’effetto vedo-non-vedo, risultando evidente ma non riconoscibile, mentre il binomio caramello-biscotto la rendono una birra morbida e voluttuosa, appagante. Una birra che farà felici tutti, in cerca di coccole o meno.

Hai assaggiato anche tu la Almond 22 Grand Cru? Quali altre birre del birrificio conosci?

  • Aspetto
  • Aroma
  • Gusto
3.5
Sending
User Review
0 (0 votes)
x

Check Also

dark-island-orkney-brewery-scottish-export

Dark Island Orkney Brewery Scottish Export

Dal caramello al butterscotch attraverso l’affumicato: Dark Island è un viaggio in terra scozzese offerto ...