beer festival pace amore gioia

Festival birra: pace, amore, gioia infinita

In Inghilterra i beer festival sono di casa. Ho partecipato a uno di questi e ho approfittato per bere e mangiare.

I beer festival sono un’occasione irresistibile per un appassionato di birra artigianale. Se ci si trova in Inghilterra ancora meglio: da queste parti li organizzano una settimana sì e l’altra pure. E Oxford, col suo pullulare di pub disseminati per la città, si presta benissimo allo scopo. Il beer festival è un classico di molti pub inglesi, che approfittano dell’arrivo della bella stagione per inaugurare i propri beer garden. Uno spettacolo si ripete ogni anno, una sorta di brindisi al sole. Il festival si è svolto al White Hart, quest’anno all’ottava edizione.

Oltre 45 tra birre e sidri e soli 3 giorni per provare tutto.

Ogni beer festival cerca di riproporsi di anno in anno, provando a crescere e superare i numeri dell’anno precedente. Quest’anno sono andato alla grande: ho potuto scegliere tra ben 25 birre artigianali – rigorosamente in cask. Vedere quella caterva di cask allineati uno accanto l’altro è uno spettacolo unico, una gioia inenarrabile. Accade solo in UK: birre servite a temperatura ambiente, senza anidride carbonica aggiunta, con una gradazione media di 4 gradi. Una combinazione devastante che rischia di trasformare il beer festival in una sbornia colossale. Non farti ingannare dalla bassa gradazione delle birre in questione: sono gracili ma si bevono che è una bellezza e il contraccolpo potrebbe arrivare quando meno te lo aspetti.

Per non farsi mancare nulla c’è anche il grasso, grosso BBQ.

Il beer garden c’è, il sole pure e a dirla tutta anche la fame. Manca solo una cosa: il barbecue! Per l’ottavo beer festival il White Hart ha deciso di proporre un appetitoso menù affumicato al punto giusto. Tre le soluzioni possibili: hot dog, hamburger homemade e porchetta arrosto. Ho assaggiato tutt’e tre. Purtroppo per gli inglesi c’è poco da fare: in quanto a cibo, anche street food, noi italiani siamo imbattibili. L’hot dog è buono ma niente di particolare – e il panino al burro non c’entra nulla. L’hamburger è invece degno di nota, speziato e saporito, seppure la carne non sia eccelsa. La porchetta è il piatto di punta e anche il migliore dei tre. L’ho mangiata in un bap (soffice panino tondo), colmo di cipolla caramellata, un’anonima salsa alle mele e un qualcosa che gli inglesi chiamano stuffing, molto vicino a mollica insaporita (prezzemolo, pepe, formaggio).

Fiumi di birra e cibo a più non posso? Mi arrendo! Impossibile resistere all’entusiasmo coinvolgente di un beer festival: tantissime persone riunite in un unico pub per celebrare l’arrivo della bella stagione.

Hai mai partecipato a un beer festival? qual è stato il tuo preferito?

0 Commenti

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

x

Check Also

migliori-birrifici-americani-founders-brewing

Tra i migliori birrifici americani: Founders Brewing

La storia di oggi, dalle stalle alle stelle, è dedicata a uno dei migliori birrifici ...